Cartoomics 2019 - una passeggiata per la fiera

Buonasera a tutti, questo sarà un post abbastanza "blando": ho passato un pomeriggio a camminare tra le bancarelle e gli stand di Cartoomics e voglio lasciare due consigli a chi ci andrà nei prossimi giorni, partendo dai miei acquisti.

Le cartoline comprate da Francesca Paiocchi
Zona fantasy: numerosa presenza di autori fantasy più o meno conosciuti, dalla interessante Marta Leandra Mandelli all'intramontabile scrittura elfica di Roberto Fontana fino alle "nuove leve" delle fiere come Federico Paccani.
Come case editrici si nota la presenza di Acheron, con un bancone bello ampio, e Vaporteppa.

Ma ciò che ha attirato subito il mio occhio sono stati: Imaginaria con il suo prodotto Kehmet, l'area performance gestita dal bravissimo Fabio Porfidia e il banco di una mia vecchia conoscenza, Francesca Paiocchi, dove è stato immancabile l'acquisto di almeno un paio di cartoline, non potevo venire via a mani vuote. Ricordo che ho recensito il primo volume del suo fumetto qui: Kaiku.

Terminato il breve giro tra gli espositori fantasy sono passato alla zona delle case editrici.

Tra Kasaobake TataiLab ho trovato e comprato qualcosa da Upper Comics casa editrice di fumetti italiana di cui ho intervistato Gaetano Scoglio, ideatore e creatore, agli inizi dell'attività, nel 2016.
Mi sono lasciato corrompere dalle mie vecchie conoscenze Rossana Gentile e Ivana Murianni che hanno appena pubblicato Fr33dom e, causa sconto fiera, ho comprato in combo Aethernal di Luca Maffia.
Entrambi degli shonen con ambientazione cyberpunk sicuramente contraddistingue il primo la presenza preponderante di personaggi femminili.
Particolare l'abbinamento interno di un QR code che rimanda a una colonna sonora tutta dedicata al volume in lettura!

A breve la recensione!

Una delle opere di Casa Ailus: la serie Mitologika
E il fumetto Lokinson
L'occhio poi mi è subito caduto a un altro stand, quello di Casa Ailus, attratto dalle innumerevoli disegnatrici e disegnatori (bravissimi) Anna Schilirò, Elena Saluzzi, Elisa Taiana, Marco Fabbri, trovate le illustrazioni da me comprate in coda all'articolo.

Insieme a loro la creatrice dell'associazione: Alessia Mainardi.

Finalmente sono riuscito a conoscere questo intraprendente e attivo gruppo che ha portato in fiera numerosi artisti meritevoli (ricordo tra loro anche Marga Biazzi, nuovo acquisto Shcokdom, che potete trovare in fiera nell'area autoprodotti), puntando sul binomio illustrazione-scrittura.
Da tempo volevo comprare un loro prodotto ma non avevo mai preso la decisione definitiva fino a quando non ho trovato questo volume, da profano della mitologia mi ci sono fiondato.

Infine, ma solo perché sono stato poco in fiera e ho girato solo queste zone, passiamo alla zona che, come spesso accade, mi colpisce di più: la zona degli artisti autoprodotti.
Perché mi colpisce?
Per l'immensa varietà di stili, bravura e arte che vi si può trovare.

Partiamo dal citare Storie Brute, un nuovo gruppo di artisti che utilizza le proprie storie come mezzo di divulgazione storica, di cui fanno parte: Marika Michelazzi, nostra vecchia conoscenza che ho intervistato QUI, e Nastasia Kirchmayr, autrice di "Western Glory", un fumetto umoristico che mi è piaciuto tantissimo e che potete trovare in un unico volume in fiera.
Tutte le storie di questo gruppo, come dicevo, sono legate alla storia. Non a caso le due fondatrici sono laureate in questa materia ahimè a me tanto sconosciuta.

Piccola indiscrezione: uno dei prossimi progetti sarà un volume sui Longobardi.
Cosa aspettate a correre a conoscerle?

In area self ho ritrovato come vecchi amici il gruppo di Griffinest, si ricordavano addirittura di me, la cosa mi ha fatto alquanto paura... tralasciando piccole fobie quotidiane, ho comprato il penultimo (YEAAA) volume di Sinergy e preordinare il secondo volume di Cenere e Stelle.

Mi sa che anche l'anno prossimo sarà tappa per me obbligato, infatti Sinergy finirà al quinto volume!

Parlando di Griffinest loro, come anche Storiebrute, fanno parte di una "caccia al tesoro" indetta da Indieversus, community interattiva dedicata al fumetto indipendente. Se siete artisti alle prime armi vi consiglio di seguirla: hanno tantissimo materiale da cui suggere consigli e imparare.

Da molti altri banchetti interessanti non ho preso nulla, i fondi sono, purtroppo, limitati.
Però nulla ha potuto fermarmi dall'acquistare una adorabile streghetta dalla carinissima Elisa Rio.

Credo che inizierò anche con lei (come per Francesca e Marika) a comprare un disegno ogni volta che la trovo in fiera.

Non è adorabile?


Ho concluso la carrellata dei miei acquisti (e i fondi) con il secondo volume di "The Last Bacchae" fumetto creato da Arabella Salvini e Martina Bonanni.

In una Grecia moderna a Dioniso piace fare scherzi ai comuni mortali che incontra. Tra essi una giovane ragazza appassionata di cultura e mitologia greca.

Vi lascio la copertina del secondo volume qua mentre, più in basso, vi lascio le illustrazioni di Elena Saluzzi e Anna Schilirò che ho comprato oggi.

Aggiungo solo un MEGA ringraziamento a Roman Kuteynikov che mi ha portato l'artbook Age of Pantheons  che volevo da tanto tempo.



Illustrazioni di Elena Saluzzi


Immagine di Anna Schilirò


Alla prossima,



Commenti

Post popolari in questo blog

Intervista: Michela Giudici

Le creature di J.R.R. Tolkien: Aquile e Draghi

Intervista a... Vincenzo Romano!