Intervista l'Artista: Ivan Passamani

Buongiorno a tutti e bentrovati a Intervista l'Artista!

Buongiorno Ivan e benvenuto!
Visto che il 90% degli intervistati è nato dal 90 in poi e tu hai, matematicamente, più esperienza di loro, com'è guardare queste nuove leve che crescono?

- Devo dire che seguo molto i giovani artisti che si presentano sui vari profili social, specie su Facebook e Instagram. Alcuni sono davvero delle buone promesse per il futuro, perché hanno uno stile fresco e dinamico, non hanno paura di affrontare temi talvolta scomodi, ma che sono sempre vicini alla vita quotidiana del pubblico. Sono giovani che guardano a 360 gradi, con una mentalità più aperta

Parlando di esperienze, come ti sei formato?

- Ho avuto una grande fortuna;  sono stato a contatto con diverse associazioni artistiche e maestri del mestiere, che mi hanno aiutato a muovere i miei primi passi nel mondo dell’arte. Successivamente ho cominciato a integrare gli studi per conto mio raccogliendo più informazioni possibili, anche sulle tecniche straniere grazie all'aiuto di internet.
È stato così che ho scoperto le tecniche di disegno giapponesi per poter realizzare quelli che oggi sono i miei manga.

Da cosa è partita la passione per l'illustrazione e per il fumetto?

- Il primo input l’ho avuto a 14 anni dopo l’incontro con Aurelio Galeppini (Galep), il creatore di TEX.
Poi la vera spinta l’ho avuta guardando il grande capolavoro “Cowboy Bebop”. Quando lo vidi su MTV per la prima volta non riuscivo a capacitarmi di come,  quello che viene considerato un semplice cartone animato, potesse raggiungere un tale livello di comunicazione e di empatia. Successivamente mi avvicinai ai manga e da lì cominciai un lungo percorso di studio ed esercizio che dura ancora oggi.

Hai pubblicato numerosi fumetti, com'è questo campo per gli artisti/autori italiani?

- Oggi il Mondo del Fumetto italiano è in continuo cambiamento; stanno cambiando stili e generi e vedo emergere storie nuove e continui riferimenti ad Artisti Comics e Manga.  Occorre aggiornarsi continuamente.

Trovi che ci sia molta esterofilia come nella letteratura?

- Si e no. Le opere straniere hanno dato nuovo input per ricercare un qualcosa di nuovo, ma nella nostra arte c’è ancora un continuo riferimento ai grandi classici

La maggior parte delle tue pubblicazioni è fatta in collaborazione con degli autori. 
Perché? Come ti trovi a lavorare a 4 mani su di un progetto?

- Per una questione di comodità e organizzazione. Talvolta l’idea di una storia magari viene elaborata anche da me (aumenta la mia partecipazione), ma la fase di realizzazione in storyboard richiede una grande professionalità e un notevole tempo di realizzazione.
Mi trovo molto bene, perché potendo scegliere i miei collaboratori punto a persone fidate con cui andare d’accordo.

È una pratica che consigli alle nuove leve?

- Sì, perché così facendo si viene coinvolti maggiormente nel progetto, ci si rende conto se la storia piace o no e si viene spinti a dare il meglio.

Quali sono i generi preferiti da te trattati?

- Fantascienza, Fantasy e un po' la commedia.

Quali i soggetti?

- Mi piace trattare soggetti  Shounen; adoro i manga d’azione

Da cosa trai spunto?

- Traggo spunto sempre da vicende che vivo in prima persona. Ogni storia che realizzo parla di qualcosa, un sentimento o un’emozione, che ha segnato la mia persona, non solo come artista, ma come uomo. Con le m
ie storie è come se dicessi al pubblico: “sai a me è successo questo e l’ho risolto in questo modo, e tu?”

Il tuo sogno più grande?

- Riuscire a mantenere la serenità che oggi con grande fatica mi sono guadagnato.

Qualche consiglio per chi ha appena preso in mano matita/pennino?

- Disegnate, Disegnate, Disegnate

Grazie mille del tuo tempo,

Grazie a voi per questa bella Occasione.


Seguitelo 

Facebook: Ivan Passamani
Instagram: Ivan Passamani
Patreon: Ivan Passamani, molto importante, qui mi potete sostenere nonché trovare opere inedite
youtube: Ivan Passamani


Vi lascio in compagnia di un suo tutorial sulla colorazione!



Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Intervista: Michela Giudici

Le creature di J.R.R. Tolkien: Aquile e Draghi

Intervista a... Vincenzo Romano!