Nera Fiaba d'Autunno; Lettore di Fantasia

Buongiorno e bentornati all’appuntamento sul Lettore di Fantasia!

Oggi parliamo di

Nera Fiaba d’Autunno

Di Alex Goetling

Un espediente letterario, la madre che narra alla figliola un racconto della buonanotte, diventa parte integrante della vicenda completando alla perfezione un testo breve ma intenso.

La storia raccontata parla di una megera, Mor'agh, e del suo demone, di come si guadagnavano da vivere e, nel finale, ci sono alcuni piccoli colpi di scena che colpiscono la tua immaginazione. Se è difficile parlare di racconti, ancora di più è parlare di racconti così brevi, infatti è il primo racconto non a puntate che potete trovare ne "Il lettore"!
Cosa si può dire oltre al fatto che mi è piaciuto abbastanza, soprattutto per una narrazione lineare e semplice nonostante in alcuni punti l’autore si perda in qualche descrizione di troppo.
Un racconto carino e godibile, soprattutto perché estremamente breve e veloce da assaporare.

Potete leggere il racconto gratuitamente qua: Il lettore di Fantasia, Vol 2

Lascio sotto una breve intervista a Alex Goetling

Ciao Alex, vorrei chiederti come mai hai utilizzato l’espediente narrativo della signora che racconta una storia alla figlia? 
- Perchè volevo riprendere l’atmosfera e i ritmi di una fiaba, di quelle che i genitori raccontano ai figli per farli addormentare. Solo che “Nera fiaba d’autunno” non farebbe addormentare nessun bambino normale e questo, spero, dovrebbe far chiedere a chi legge “ma perchè Lysbeth invece non ha paura?”
Di sicuro io me lo sono domandato... e immagino sia collegato a Eutopia!

Il demone/gatto Balhor da dove l’hai tirato fuori? 
- Il gatto (nero) è il classico famiglio della strega: un demone inferiore evocato per aiutarla nelle sue arti magiche. Ritorna come topos nelle fiabe e nella letteratura di genere: l’ho scelto proprio per questo e perché mi piacciono i gatti! Il nome viene da Balor, essere leggendario della tradizione irlandese che poteva paralizzare i nemici col solo sguardo dell’occhio destro.

Hai figli? Hai mai raccontato loro fiabe di questo tipo?
- Sì, una monella di quasi nove anni, che quando scrissi il racconto aveva l’esatta età i gli stessi ricci di Lysbeth. Le ho sempre raccontato molte fiabe, spesso inventate: un pizzico di brivido c’è sempre stato in ognuna e lei non si spaventa facilmente, ma “Nera fiaba d’autunno” è davvero troppo intensa, gliela risparmio ancora per un po’...

I Paladini che compaiono in questo racconto non sono molto simpatici. Semplici punti di vista o altro? 
- Hai centrato il punto: questione di punti di vista. Per una strega, reale o meno che sia, un paladino è il Male assoluto. Per un paladino, al contrario, lo è la strega. E questo è un tema ricorrente in tutte le mie storie, perché, alla fine, Luce e Ombra sono entrambe necessarie, facce solo in apparenza opposte della stessa realtà.

Uno di questi sembra essere conosciuto in altre tue storie. Chi è il Leone Bianco? 
- Il vecchio e caro Sirath Fern: un paladino leggendario, su cui girano tante storie ma che, in realtà, non è un vero personaggio: esiste infatti solo come citazione fatta da altri in alcuni racconti (ad esempio, “Segreto di sangue”). Chissà, prima o poi diventerà davvero il protagonista di una storia, come Gunther & Jod che qui fanno da cameo, ma che hanno un impatto dirompente in “Eutopia”.

Parlando di Eutopia per l'appunto, un libro, che differenza c’è tra scrivere un racconto e un libro? Quale tra i due è più difficile per te? 
- Entrambi. Per me scrivere è sempre un atto complicato, a volte esaltante, quasi mai fluido, spesso conflittuale. In un romanzo, dove il respiro narrativo è più ampio e i tempi di stesura dilatati, la cosa difficile è mantenere la coerenza della storia, senza perderne focus e patos. Nel racconto, invece, la complessità sta nella sintesi, nel ridurre all’osso le informazioni di contorno pur mantenendo la storia comprensibile per il lettore.

Grazie mille Alex del tuo tempo
Spero leggerete questo racconto e "Il lettore di fantasia"!

Alla prossima (non so quando, gli autori non rispondono molto alle mail! =P ) recensione + intervista!

Aratak

Commenti

Post popolari in questo blog

Tempo di Libri 2018

Francesca Resta, Intervista l'Artista

Intervista a Marco Varuzza - creatore di Nanology