Modena Play 2018

Buona sera a tutti cari lettori!
Io ieri, venerdì 6, sono stato a Modena Play.

Foto gentilmente concessa dai gestori della fiera
Cos'ho trovato?
"Dalla nascita di una trottola in legno realizzata con il tornio alle simulazioni di combattimenti in realtà virtuale, dai paesaggi unici degli intramontabili mattoncini lego alle riproduzioni degli scenari di guerra con soldatini in miniatura, da duelli a colpi di dadi e carte delle migliaia di giochi in scatola presenti sul mercato fino alle riflessive sfide a scacchi e dama. E poi la magia dei giochi (e dei rompicapo) in legno, la ludoteca più grande d’Italia, gli immancabili Cosplay, le attività per i bambini, la novità dei giochi di ruolo educativi." sponsorizzano i comunicati stampa... ed effettivamente è così!

Myth Press a Modena Play
Arrivato alla fiera ho avuto modo di girare con calma, tranquillità e senza troppe persone (di venerdì se lo aspettavano) stand e padiglioni facendomi un'idea dell'offerta e della disposizione effettuata.
Un po' per caso ho iniziato da subito a incontrare vecchie e nuove conoscenze incontrando, finalmente, dal vivo le persone della Myth Press che hanno portato in fiera il loro gioco di ruolo Incubus.
Simpatici, seri nel loro lavoro e con tanta voglia di fare (e poi guardate l'espressione ammiccante di Mirko -quello con la bella barba ma pochi capelli- non vi invita ad andare a giocare con lui? A Incubus, eh!)


La fiera da girare è lunga, ci sono tantissimi stand e visitatori, tante novità, tanti sconti... io non so nemmeno dove guardare!

Ho bisogno di aria, esco e trovo spazi dedicati a combattimenti dal vivo e giochi di ruolo, vari zombie mi guardano malissimo: non sono affatto colpito dalla loro presenza!
All'esterno, oltre agli ampi spazi dedicati a combattimenti vari, prove di GRV, LARP e molto altro ci sono anche notevoli banchetti che avrebbero fatto felice qualsiasi cavaliere medievale... a patto di affilarsi lui le sue armi!

All'esterno è possibile accedere anche allo spazio dedicato ai bambini e alle famiglie (padiglione F) con giochi di legno antichi e nuovi che accomunano e divertono tutti i soggiunti!


Ritornando ai padiglioni dedicati al gioco diciamo più consapevole mi trovo da subito invischiato nella ricostruzione di battaglie di un certo livello tra olifanti, Fossi di Helm e vari troll, e no, non stanno tutti nei sotterranei!
Uno spazio immenso è dedicato ai giochi con modellini e miniature, spazio che attira l'occhio di grandi e piccini che, come al solito, ci mettono le mani!
Ma i volontari sono lì apposta per mostrare e insegnare giochi con ampi spazi e tavoli appositamente organizzati per mostrare dal più semplice gioco di carte al più complesso GDR, dalla gara di trottole al nuovo gioco da tavolo.

Tutto rosa e fiori?
Per me no, una nota negativa l'ho trovata. Forse due.
Il forse è dovuto alla giornata in cui sono andato, venerdì, e a una folla non immensa (per mia fortuna) anche se comunque numerosa: i padiglioni B e C non mi sono sembrati oggetto di un così grande pellegrinaggio, forse unire maggiormente e mischiare giochi e case editrici, pur con criterio, avrebbe aiutato un maggior coinvolgimento anche dei luoghi più nascosti.
Ma, la parte negativa, è la "Artist Alley" trasformata in "Art@Play", il nome è piaciuto ma lo spazio, minimo, affollato e senza una reale esposizione per me ha sacrificato molto gli artisti ivi convenuti. In effetti, tra l'altro, gli artisti presenti erano davvero pochi, forse anche la concomitanza con Romics ha portato meno disegnatori e a questa decisione.

Nonostante questa critica mi sento di consigliare assolutamente il Modena Play a:
- Giovani che vogliono trovare un nuovo gioco da tavolo per il loro gruppo di amici
- Giocatori navigati in cerca di chicche e di nuovi interessanti giochi da scoprire
- Bambini e famiglie per trovare qualcosa che accomuni tutti con cui giocare alla sera.

Voto finale alla manifestazione direi un 8.

Vi lascio qualche foto!

I cosplay non possono di certo mancare!


Gate On Games e due dei loro fighi addetti. No, Thomas
(quello con barba e capelli più lunghi) non mi ha pagato per scriverlo

Altro gioco creato da Thomas e Samuele per la GOG


Al Modena potete trovare anche Il Lettore di Fantasia e le sue copie gratuite... approfittatene!


Due delle artiste presenti al Art@Play:
a sinistra Laura Mondelli
a destra Sara Valentino


Artista
 Foto gentilmente concessa dai gestori della fiera

Commenti

Post popolari in questo blog

Intervista: Michela Giudici

Tempo di Libri 2018

Nuova Uscita: Il Grande Dio Pan, di Arthur Machen