Star Trek: The Next Generation: Requiem - Michael Jan Friedman & Kevin Ryan (recensione)

M. J. Friedman & K. Ryan - Requiem
Dall'universo di Star Trek emerge un nuovo racconto ambientato durante le vicende di Star Trek: The Next Generation!
Michael Jan Friedman, coadiuvato da Kevin Ryan, propone ai fan trekker una storia del tutto inedita che vede come protagonisti l'Enterprise di Picard, il suo equipaggio e una colonia federale dell'anno 2267, quindi ai tempi della prima Enterprise e del suo ufficiale comandante, il capitano Kirk.

In data stellare 16175.4 (2345), la nave federale U.S.S. Stargazer, comandata dal capitano Picard, effettua il primo contatto dopo quasi un secolo di silenzi con una specie aliena, quella dei Gorn, che aveva distrutto uno degli avamposti federali ai tempi del Capitano Kirk, avviando il primo contatto per trattative di pace.

In data stellare 47821.2 (2370), la U.S.S. Enterprise-D del capitano Jean-Luc Picard è impiegata in una delle missioni più complesse degli ultimi anni: entrare nello spazio gorn per concludere la negoziazione dell'alleanza con gli esseri rettile iniziata un quarto di secolo prima per opera dello stesso ufficiale comandante, inviando l'unico uomo in grado di relazionarsi con loro: Jean-Luc Picard.
Una sosta di qualche giorno, per studiare una base spaziale aliena sconosciuta, scombussolerà i piani dell'Enterprise, la quale si ritroverà con il proprio capitano disperso cento anni nel passato su Cestus III, la colonia che per prima incontrò i Gorn, con risultati oltremodo disastrosi.

I protagonisti sono quelli di TNG:

  • Jean-Luc Picard: ufficiale comandante dell'Enterprise, in quest'avventura è il protagonista principale e indiscusso;
  • William Riker: primo ufficiale della nave, prenderà il comando dopo la scomparsa del proprio superiore, cercando in tutti i modi di farlo ritornare al proprio tempo;
  • Beverly Crusher: ufficiale medico capo;
  • Data: ufficiale addetto alle operazioni e terzo in comando, unico androide a servire nella Federazione, sarà membro della squadra di sbarco che tenterà di studiare la base aliena per riportare a casa Picard;
  • Geordi LaForge: ingegnere capo, anche lui membro della squadra di sbarco;
  • Deanna Troi: consigliere di bordo;
  • Worf: ufficiale addetto alla sicurezza, klingon, primo di tale razza a servire su un vascello federale;
  • Reginald Barclay: timido tenente del reparto ingegneria, chiederà di partecipare alla missione di salvataggio nel tentativo di dimostrare il proprio valore.
Altri personaggi sono:
  • Commodoro Travis: ufficiale al comando della colonia di Cestus III;
  • Tenente Harold: unico sopravvissuto al massacro perpetrato dai Gorn;
  • Comandante Julia Sanders: medico della colonia;
  • Tenente Comandante Hronsky: ingegnere capo;
  • Gorn: razza rettile che nel 2267 attaccò senza apparente motivo Cestus III e che nel 2345 avviarono azioni diplomatiche con la Federazione, che si sarebbero concluse nel 2370 grazie all'operato di Picard.
L'ambientazione e gli obiettivi sono quelli tipici di Star Trek: ricerca nello spazio profondo, scoperta di nuove culture e civiltà, missione pacifista propugnata dalla Federazione dei Pianeti Uniti, ricerca di nuove alleanze: questo è quello che ha fatto innamorare numerosi fan a questo mondo perduto tra le stelle.
A differenza di Death in Winter (il cui autore è Michael J. Friedman), questo libro è un racconto più che una storia a sé stante: ambientato durante gli anni presi in esame dalla serie televisiva, propone una vicenda che probabilmente era stata pensata per il piccolo schermo, ma che poi non era stata mai realizzata e, per questo, venne trasformata in materiale per la realizzazione di un libro. L'idea non è male, fornisce continuità tra TOS e TNG come è giusto che sia (l'arco di tempo tra le storie delle due serie è di circa 78 anni, quindi quasi una generazione), ma non è presentato con quella verve che è possibile vedere in DiW, con degli alti e bassi che un po' deludono il lettore. A chi è comunque appassionato, lo consiglio senza dubbio.

Commenti

Post popolari in questo blog

Intervista: Michela Giudici

Tempo di Libri 2018

Nuova Uscita: Il Grande Dio Pan, di Arthur Machen