Intervista l'Artista: Alessandro Mazzetti

Ciao a tutti e bentornati a Intervista l’Artista!

Oggi abbiamo con noi Alessandro Mazzetti, anche conosciuto come Ganassa, benvenuto!
Direi di iniziare subito da una domanda che mi sta molto a cuore: come mai il soprannome?
- ciao a tutti! Il soprannome viene dal gergo milanese, il ganassa è un po'  lo smargiasso o il "badass". Una roba tamarra, insomma. Avevo messo il nome come nick su deviantart e mi è rimasto.

Direi di incominciare la vera intervista e di partire dal principio: come è nata la tua passione per il disegno?
- L'ho presa da mio nonno che era pittore, poi ho sempre amato fumetti e cartoni animati. Da cosa è nata cosa, insomma.

Ma tu disegni cose particolari, ce ne vuoi parlare? E ci vuoi dire come mai hai iniziato a disegnarle?
- disegno le "donnine", sì. In famiglia nessuno si fa particolari problemi dal punto di vista sessuale, e mio nonno disegnava nudi, quindi son sempre stato abituato alla figura del corpo umano in tutte le sue forme. Ho poi fatto studi artistici con le classiche copie dal vero etc...

Una cosa molto… particolare. E dimmi, sono curioso, c’è mercato? E che differenza c’è nei due mercati, se c’è?
- Di mercato ce ne è molto, soprattutto all'estero. Insomma, tralasciando le immagini sacre è fra i più vecchi esistenti. La differenza sta nei committenti e nei loro gusti.

A proposito di mercato tu hai pubblicato diversi fumetti e fatto numerose copertine ma questi hanno visto la luce soprattutto all’estero. Secondo te come viene visto un artista al di fuori dell'Italia? Ci sono differenze?
- Posso parlarti di italia ed estero. Per quanto mi riguarda ho avuto più problemi qui che fuori, all'estero la considerazione data agli artisti è molto più alta, e il rapporto che si crea con i clienti è solitamente più professionale.

Parlaci dei tuoi fumetti, di cosa parlano e cosa danno a un lettore?
- Dipende dal fumetto, ho anche pubblicato uno shonen recentemente, chiamato Wulfpack. Per le tematiche mi piace parlare di tutto. Sono convinto che ogni storia parli di vita, morte, sesso, odio e amore e della lotta che si vive per passarci in mezzo, quello che cambia da una all'altra è la percentuale in cui sono mostrate.

Quali sono i progetti su cui stai lavorando ora?
- Troppi! Contemporaneamente allo shonen ho in ballo le mie commission, collaborazioni con videogames, visual novel, fumetti hard, illustrazioni a tema orientale e hard, oltre che alla scrittura di una ambientazione per roleplay. Diciamo che ho poco tempo per respirare, per fortuna!

Copertina di Wulfpack 1
Qual è la richiesta più strana che tu abbia mai avuto?
- Non te lo posso proprio dire, sappi solo che coinvolgeva un grosso minotauro e...

A proposito di richieste, dove possiamo vedere tuoi lavori e, in caso, contattarti?
- Basta googlare "ganassa" o "ganassa artwork" per trovare i miei lavori.  Sono presente poi su svariati siti come deviantart, hentaifoundry, pixiv etc. Ho poi un blog, twitter, facebook, tumblr, instagram e compagnia social, sempre come ganassa.

Tu, oltre che disegnare, insegni anche. 
Da esperto cosa pensi che un disegnatore abbia bisogno come qualità?
- Questa risposta è mutevole nel tempo, al momento ti direi "versatilità". Bisogna saper fare davvero tutto, o per lo meno sapere come imparare a farlo.

Gli strumenti base invece per il tuo lavoro?
- Photoshop e una cintiq nel mio caso, anche se carta e penna non devono mai mancare, tutto nasce lì, alla fine.

E ora una domanda fatidica: tu per i tuoi disegni prendi ispirazione da qualcuno o fa tutto la tua immaginazione?
- Dipende tantissimo da cosa mi ha ispirato quello che sto facendo. Di solito parto da una mia idea e poi la elaboro, mi documento, faccio prove tecniche di posa, anatomia, location e luci. Se qualcosa non funziona cerco di capire come migliorarla.

Infine tu sei anche un appassionato di giochi di ruolo tanto da aver scritto e pubblicato MERCS, ce ne vuoi parlare?
- Mercs è un gdr a tema sci_fi, in cui si interpretano dei mercenari nello spazio votati all'azione. Amo molto l'interpretazione e poco la regolistica, quindi il gioco nasce per essere immediato e fruibile da tutti, anche da chi non ha mai giocato. Ci ho messo davvero un sacco di lavoro e
affetto, in quel manuale, dallo scritto alle illustrazioni, e ne sono molto orgoglioso.

Grazie mille del tuo tempo,
Vi lascio alcuni link:
Facebook: Alessandro "Ganassa" Mazzetti
Instagram: Ganassa
Introduzione MERCS: MERCs Preview
Pagina acquisto amazon Wulpack: Wulfpack

A presto

Aratak

Commenti

Post popolari in questo blog

Intervista: Michela Giudici

Tempo di Libri 2018

Nuova Uscita: Il Grande Dio Pan, di Arthur Machen