Il drago bianco - Anne McCaffrey

Bentrovati amici lettori!
Oggi concludiamo le recensioni alla prima trilogia ambientata nel mondo di Pern:


Il drago bianco

di Anne McCaffrey


Il drago bianco - McCaffrey Anne - Nord - Libro - bookweb.it


Per saperne di più sull'ambientazione e su ciò che è accaduto prima vi lascio i link alle precedenti recensioni:
Il volo del drago (Vol 1)
I dragonieri di Pern (Vol 2)

Dopo il primo volume, concentrato sulla lotta ai Fili e sui sistemi per resistergli, e il secondo, centrato sull'interazione dei dragonieri con gli Antichi, in questo volume abbiamo un ulteriore allontanamento dei campi di battaglia e un'introduzione a nuovi personaggi, che negli altri volumi non erano ancora presenti, e alla scoperta di vecchie e antiche macchine e città, probabilmente quelle con cui l'uomo è arrivato su Pern. 
I protagonisti principali sono Jaxom, giovane Signore di Ruatha, e il suo drago bianco, Ruth. 
Già di per sé incredibile come si sia formata questa coppia visto che l'uovo di Ruth non avrebbe dovuto schiudersi - troppo piccolo - ma Jaxom, pur non essendo tra gli apprendisti dragonieri, è andato ad aiutarlo a uscire dall'uovo rompendone il guscio e, così, sono rimasti legati per la vita. 
Ma come Jaxom non è un dragoniere così Ruth non è un drago normale. Infatti è un drago bianco, unico nel suo genere. Più piccolo, veloce e agile degli altri draghi sarà motivo di scherno e derisione per il suo compagno umano che, però, affronterà le situazioni che si verranno a creare con forza e catturando l'ammirazione del lettore. Anche se a volte viene voglia di prenderlo per le orecchie e dargli una strigliata. 
Dopo la sconfitta degli Antichi il continente meridionale resta aperto all'esplorazione e alle scoperte dei dragonieri e dei Maestri delle Arti.

In un crescendo di scoperte tra personaggi vecchi e nuovi le vicende si dipaneranno davanti al lettore in modo lineare, sempre capaci a meravigliare. 
Nella lettura di questa serie credo che mi dedicherò ai libri dedicati agli Arpisti, sono personaggi stupendi e intriganti come Menolly, che so essere protagonista di almeno uno o due libri *.*


Conclusione

Nonostante un filo di delusione perché uno si aspetta un maggiore impegno contro i Fili, che nonostante quello che dico sono comunque un filo che lega i libri e il terreno su cui si dipanano tutte le vicende descritte dai libri, il libro non delude affatto.
Al suo interno sono contenuti molti spunti positivi per lettori di tutti i tipi, il rapporto tra individui e l'amore, l'accettazione del diverso e l'integrazione, non manca di certo avventura e scontri che sottolineano alcune delle tematiche soprariportate. 
Alla fine di questo primo step di lettura dei libri della McCaffrey posso dire che Pern mi sta appassionando davvero tanto e credo che, pian piano, recupererò tutti i suoi libri da leggere.
Il modo in cui gestisce ambientazione e personaggi è magistrale e per questo li consiglio anche ad autori e scrittori alle prime armi. 

Spero che vi sia piaciuta la recensione, se avete commenti lasciateli pure


Aratak

Commenti

Post popolari in questo blog

Upper Comics

Il Cuore di Quetzal - Gianluca Malato - Nuova Uscita Nativi Digitali Ed.

Flowers - Luca Morandi