Intervista a Elisa Latini - Disegnatrice e Colorista

Buongiorno a tutti!
Diamo un caloroso benvenuto a Elisa Latini Art una disegnatrice italiana! =)


Benissimo Elisa, iniziamo l’intervista facendo sapere ai lettori qualcosa su di te

  • Ciao a tutti, beh che dire su di me... sicuramente il disegno è la mia vita, non solo perché mi piace scarabocchiare qua e là, applicando tecniche varie, supporti differenti (a volte anche improbabili), ma anche perché adoro l’arte in ogni sua forma dai graffiti sui muri alle mega installazioni che si trovano nei musei.
    Al di là di questo profondo amore, adoro i videogames, specialmente i platform e gli arcade (in particolare quelli vecchio stile), sono infognatissima con le Magic, oltre ad avere bei disegni è super divertente giocarci con gli amici!
    E tante tante altre cose ma parlerei forse troppo di me a quel punto!


Addirittura due lauree in questo campo che in Italia non è nemmeno così salvaguardato e visto bene… come mai?
  • Temo che l’ambiente accademico sia spesso sottovalutato per via dei suoi enormi problemi burocratici e delle leggi un po’ stantie che lo riguardano... è vero, non sono ben riconosciute ma qualcosa si sta muovendo, spero vivamente che presto riceva il riconoscimento che merita. Se qualcuno mi chiede perché ho scelto l’Accademia e non una di quelle scuole specifiche rispondo : "Perché l’Accademia ti da una formazione più completa"


Ti sono state d’aiuto?

  • Molto, certo ho avuto le mie belle rogne... ma ho imparato tantissimo in 5 anni di studio, non solo a livello tecnico, ma anche a livello mentale, specialmente durante il biennio, la mia formazione artistica ha subito una bella impennata che nemmeno io mi aspettavo, ho visto notevoli miglioramenti nel mio lavoro e spero di continuare su questa linea anche adesso che ho finito.


Quale sarebbe il lavoro dei tuoi sogni? Grazie a tutto quello che hai fatto stai riuscendo a raggiungerlo?
  • Vorrei fare la colorist di comics, lo so, suona un pochino strano contando che so disegnare, creare grafiche e così via, ma il colore è il fulcro del mio lavoro, tendenzialmente tutto ruota attorno ad esso e adoro riempirci la mia vita!


La colorista? Scusami la domanda ma in cosa consiste esattamente?
  • Penso che di veri coloristi ne esistano ben pochi, certo col pc si impara abbastanza facilmente a colorare e può essere un trampolino di lancio per molti disegnatori che non trovano lavoro, ma non è così per me... ritengo che sia un mestiere delicato che può migliorare o peggiorare il lavoro di un disegnatore. Dunque ci vuole qualcuno di realmente capace che trasformi il tutto in una super bomba!
Ma oltre a colorare tu disegni anche tantissimo.
Qual è il lavoro di cui vai più fiera?

  • Sai è vero, disegno tantissimo, mi alleno ogni giorno, sia in digitale che in tradizionale, ma non saprei dirti di che lavoro vado più fiera poiché il mio scopo è migliorarmi in continuazione, quindi tendo a non essere mai pienamente soddisfatta di un lavoro, mi consente di autospronarmi, ma al contempo non mi permette di sentirmi fiera di qualcosa a lungo.  Si può dire che il lavoro di cui sono più fiera è il mio impegno, perché nonostante tutto ce la metto tutta per arrivare a ciò che voglio, senza determinazione non si va lontano, almeno per me.


Che tecniche utilizzi?
  • Non vorrei far una lista della spesa, ma mi piace sperimentare e padroneggiare le più diverse tecniche, dal tradizionale (matite,acquerelli,china,ecc) al digitale ( pittura,graphic design,fotografia,ecc); tutto questo è dovuto al fatto che mi affascina il modello di artista rinascimentale che padroneggia le tecniche e allo stesso tempo la curiosità di conoscere mi spinge a provare e riprovare.


Che soggetti preferisci disegnare?
  • Dipende, mi piace disegnare personaggi che adoro (da fumetti,film,libri e altro), ma anche creare un personaggio originale, forse questi sono quelli che preferisco perché sono miei, nati dalla mia testolina malata!


Visto che sei una colorista immagino che tu ponga molta attenzione alla colorazione delle tue opere. Hai qualche metodo o abitudine particolare?
  • Beh seguo le regole del colore, non sono troppe ma nemmeno poche e si fondano su basi scientifiche, quindi da quelle non si scappa! È molto importante capire come abbinare un colore con un altro oppure come ingannare l’occhio umano con qualche trucchetto qua e là!
    Inoltre la mente umana percepisce i colori in determinati modi, mi spiego meglio : pensate al colore blu...lo associate all’acqua e al cielo, ma anche alla regalità e alla serietà, in più nell’arte-terapia il blu contribuisce a calmare il paziente, una stanza da letto blu aiuta a conciliare il sonno!
    Insomma, il colore ha tutto un suo mondo da esplorare e conoscere a fondo!


Ho letto da poco tempo un fumetto, “I nani di Tor’Haven” che oltre ad avere un bellissimo stile di disegno era completato da una scelta di colori e colorazione particolarmente azzeccata. 
Hai delle tavole disegnate davanti, pronte per la colorazione. Come ti muovi e come decidi che colori utilizzare?
  • Innanzitutto va analizzato lo stile di disegno, perché è importante associargli la giusta colorazione, una colorazione flat tipica dei fumetti pulp non è adatta ad uno stile iper realistico; quindi dopo aver stabilito lo stile di colorazione va analizzata la tavola per le scene, se si tratta di un momento drammatico i colori dovranno esprimere quella sensazione, che si usino colori spenti o colori molto forti, il loro scopo resta comunicare quello che già il disegno esprime.


Il dialogo con disegnatore e sceneggiatore quanto è importante nella fase di colorazione?
  • Moltissimo. La comunicazione è sempre fondamentale per capire le intenzioni di entrambi e farle interagire col colore, solo così si crea un lavoro ben fatto.


Per te, il colore cosa può dare in più a un fumetto?
  • Gli da vita, semplicemente.

Partecipi a fiere del fumetto? Pensi siano utili? Quali sono le prossime a cui parteciperai?
  • A volte si, dipende dalle mie possibilità economiche e dal tempo che ho a disposizione.
    Penso che le fiere siano un mezzo per mettersi alla prova e divertirsi, ma trovo molto difficile che una fiera ti lanci in una sfavillante carriera nel mondo dei fumetti, piuttosto ti da modo di ampliare le tue amicizie e regalare tanti sorrisi alle persone che acquistano le tue creazioni felici di ricevere un pezzo del tuo operato.
    Non so a che fiere andrò, ma basterà chiedermelo ;)


Lavori su commissione? Hai qualche aneddoto a riguardo? Come si fa per contattarti?
  • Certo che si, lavoro su commissione e spedisco i miei lavori in giro per l’Italia, ci tengo alla massima sicurezza delle cose che mando, il cliente dev'essere totalmente soddisfatto.
    Beh aneddoti no, ma posso dire che ne capitano di tutti i colori, come gente che ti paga l’anticipo del lavoro e poi sparisce, o committenti che fanno perdere la testa per le richieste assurde... ma è normale nel nostro campo.
    Per contattarmi ci sono diversi modi:
    la mia pagina Elisa Latini Art 
    il mio profilo Facebook Elisa Latini
    oppure la mia mail elisalatini92@gmail.com 



Grazie mille della tua presenza qui con noi oggi,

un grosso in bocca al lupo,
Vi lascio i link dove trovarla o contattarla =) 

FB pagina: Elisa Latini Art
FB profilo: Elisa Latini
Tumblr: Elisa Latini
Instagram : Barabara Gordon 

Aratak




Commenti

Post popolari in questo blog

Upper Comics

In gabbia - Antonella Albano, Racconto

Il Cuore di Quetzal - Gianluca Malato - Nuova Uscita Nativi Digitali Ed.