Intervista al Nabbo della Porta Accanto - Parte 2

Bentrovato Simone di The Nerd’s Family

Dopo aver parlato di te e dei tuoi progetti per il futuro vorrei fare una chiacchierata con te sui libri e fumetti.


Innanzitutto mi sembri un avido lettore. Cosa leggi? 

  • Ho il problema di leggere tutto, anche le peggio schifezze! Leggo romanzi, saggi, fumetti e anche manuali di gdr!


Come pensi sia vista la lettura nel panorama culturale italiano? 

  • Purtroppo il numero dei lettori in italia è molto basso, leggere è anche uno sforzo e non tutti riescono a trovare il tempo o la voglia per farlo. Penso che spesso sia vista come una perdita di tempo, ma dipende molto dal tipo di lettura. Esempio: se dici che leggi i classici allora sarai considerato un saggio, se leggi i fumetti sei un bambinone, ma allo stesso tempo se leggi volumi di filosofia spesso ti sentirai rispondere: “ma a cosa serve quella roba lì? Impara un mestiere!”. Ovviamente questo dipende anche dal tipo di interlocutore con cui ci si relaziona.

Per te cosa “guadagna” o “perde” una persona che legge da una che non legge? 

  • Umberto Eco ha risposto a questo domanda dicendo: “Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria. Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito... perché la lettura è un’immortalità all’indietro."  Direi di non poter aggiungere altro.


Cosa pensi delle politiche editoriali attuali? 

  • Penso che il lavoro che fanno le case editrici sia difficilissimo, forse è troppo facile accusare dicendo che non pubblicano o che hanno politiche troppo strette. È un mercato che muore ogni giorno e di conseguenza loro devono adattarsi, sicuramente pubblicano troppe schifezze ma se quelle schifezze vendono e servono a far vivere il mercato allora ben vengano!


Invece degli autori self? Tu ne leggi, siano essi scrittori o fumettisti? 

  • Di autori Self conosco Adrek che hai già intervistato (QUI ndr), ma conosco molti altri self, troppi da citare e non vorrei fare torto a nessuno!


Quali sono i 5 libri che tu consiglieresti a prescindere?

  • Wow! Domanda difficile, 5 sono davvero pochi ma proverò a fare uno sforzo:
  1. “Il GGG” perché è uno dei libri più importanti della mia infanzia, credo che sia una storia che ti rapisce e poi mi colpisce nel profondo perché il GGG mi ricorda moltissimo mio nonno sia nei modi di fare un po’ bizzarri, sia nel rapporto che si crea con la protagonista. È una storia che ti emoziona e ti rapisce a qualunque età.
  2. “Le Operette Morali” di Leopardi, sono una serie di riflessioni bellissime sul pensiero leopardiano. Adoro che si possono leggere a diversi livelli, sia come semplice dialogo tra due soggetti ( es. Moda e Morte) sia come profonda riflessione.
  3. ”Ragazze Lupo”, qui diventa difficile perché questo romanzo probabilmente non è molto conosciuto e sicuramente non è tra i migliori che ho letto, tuttavia ho voluto citarlo perché è stato importante. La storia parla di ragazze lupo-mannaro, cacciatori, demoni e simili e potrebbe essere benissimo inteso sulla scia di Twilight, ma l’intreccio che si crea nei personaggi e le riflessioni sulla protagonista adolescente sono veramente belle. Ho letto questo romanzo quando ero in vacanza in Spagna ed è stato dove ho avuto la mia prima ispirazione per scrivere di un personaggio che all'epoca avrei chiamato “Darksimon”, si il nome non è il massimo e sicuramente ricorda i nomi da bimbominkia, ma era il mio personaggio okay? Ho iniziato a scrivere di questo soggetto che è stato fondamentale per la mia vita perché proprio grazie a questo “Darksimon” ho fatto colpo su Poison El, la mia Giulia. Che cosa tenera!!!
  4. “Don Chisciotte” è stato il primo romanzo classico che ho letto, per me è stato amore a prima vista. Leggere questo romanzo mi ha cambiato nel profondo, ho avuto anche la fortuna di recitare una piccola parte a teatro ed è stato magnifico perché mi sentivo come lui, io ero e sono un “Don Chisciotte” e anche se è difficile combattere contro i mulini a vento perché si è da soli o si è circondati  da persone che cercano di scoraggiarci è necessario farlo.
  5. “Harry Potter e i doni della morte” è stato un libro che ho divorato, solo 3 giorni per leggerlo e per piangere in due situazioni. La morte di Dobby e quella di Piton. Ci tengo a precisare che Piton è il mio personaggio preferito dal primo momento in cui ho posato lo sguardo su di lui, ovvero il primo film. Troppo facile amarlo ora che passa per eroe.


I 5 fumetti? 
  • Anche qui è veramente difficile fare una scelta! Comunque direi:
  1. “RedSon”, è un fumetto costruito magistralmente. Credo che sia di una bellezza infinita, adoro la storia e credo che i riferimenti ad alcuni personaggi storici siano ben fatti, lo adoro.
  2. “Watchmen”, in assoluto il mio preferito. Perché? Perché questo fumetto ha tutto. Non ascoltate chi dice che è invecchiato male! Anzi in questa epoca che stiamo vivendo un fumetto del genere è super-attuale. Ti porta a riflessioni, sentimento, ragionamento politico, morale ecce cc. Il mio personaggio preferito è Rorschach ed è anche l’unico personaggio di cui ho portato il cosplay più volte.
  3. “Wolverine- Netsuke”, sono un fan di Wolverine e questo volume fa capire chiaramente cosa prova Logan durante la sua vita, durante il suo eterno duello con la morte. Penso che per capire il film uscito “Logan” bisogna aver letto/visto molto di Wolverine, questo è uno dei volumi che vanno letti sia per profondità sia per i disegni e colori. Fantastico.
  4. “ControNatura”, su questo volume avevo grandi aspettative a livello grafico ma poche a livello di storia. Mi ha stupito. È una bomba  che ci fa riflettere sulla nostra società in particolare sulle questione razziale e sull'amore tra specie. Non voglio dirvi altro perché dovete leggerlo. Infine è di una disegnatrice italiana, supportiamola.
  5. - qui potete mettere un fumetto di Miller, Neil Gaiman o Ennis, impossibile fare una scelta! Ennis è il mio scrittore preferito perché è capace di condurti per mano ovunque, Gaiman è un genio strampalato che costruisce  mondi folli e non credo di dover presentare Miller.
    Come 5° volume potete inserire uno dei loro, quello che volete e andrà bene.
So che da poco hai iniziato una collaborazione con No Lands. Di cosa tratta quel progetto fumettistico? 

  • Il progetto di No Lands è un progetto molto ambizioso, ho sentito molte persone che voleva buttarsi in avventure simili e pochi ci sono riusciti. Loro sono tra questi! Hanno creato una grande ambientazione molto dettagliata, basata su loro esperienze di GDR, e  ci stanno facendo vivere delle storie più o meno complesse. Ad esempio abbiamo la collana Across  The No lands che ci fa scoprire la storia e l’ambientazione, abbiamo “Dritto al cervello- Pulp” scritto dal Rinoceronte di Orgoglio nerd, ci sono storie più comiche come 2 Noob & 1000 gold che sono avventure di due avventurieri da strapazzo che insieme non ne fanno mezzo e poi abbiamo il filone principale Aartha che è veramente una storia intricata e complessa;  Adoro questa ambientazione e le sue storie, vi invito a guardare il loro sito, la loro pagina Fb e le mie recensioni sulle loro storie!


Hai già letto qualcosa di loro e ci puoi dire qualcosa di più al riguardo? 

  • Ho letto molte cose loro, tutto quello che posso dire, oltre alle recensioni, è che vi stupiranno! È un mondo pieno di citazioni e chiunque ami il fantasy ne rimane stregato.
    Inoltre ho iniziato a recensire i loro lavori: 
  • I Nani di Tor'Harn, Parte 1
  • I Nani di Tor'Harn, Parte 2


So che sei andato al Cartoomics (fiera del fumetto che si svolge a Milano) – cosa ne pensi? Qual è il tuo parere da visitatore? 

  • Penso sia una grande vetrina, non è la mia fiera preferita in Lombardia però! Penso che la parte gadget sia troppo vasta, mi piacerebbe ci fossero più stand per il fumetto.


Parlando di Cartoomics e di tematiche inerenti… Come è visto il fumetto in Italia a tuo parere? E il genere fantastico? 

  • Il fumetto italiano è arenato, tolta qualche eccezione. Purtroppo abbiamo delle case editrici che non si smuovono dal loro vecchiume e fanno scappare molti talenti all’estero presso case editrici americane.


Qualche consiglio ai lettori

  • Leggete quello che vi piace e che vi fa provare qualcosa e non state ad ascoltare solamente i grandi “espertoni” sul web che spesso sono solo buoni a muovere critiche vuote per fare i “Big Like”


Qualche consiglio agli scrittori

  • Scrivete, scrivete e scrivete! Il mondo ha bisogno di gente che scrive, fatevi aiutare e smettere di credervi il nuovo Pirandello o Tolkien! Giù dal piedistallo e tanta, tanta e tanta umiltà!


Tu scrivi? 

  • Scrivevo qualcosa di Fantasy, ora ho mollato un pochino! Però come ho già detto ho tra le mani una sceneggiatura per un fumetto...



Grazie mille per oggi a domani con videogiochi e tv! 
Seguite la sua pagina The Nerd’s Family!

Qui trovate Parte 1
Parte 3
Parte 4

Commenti

Post popolari in questo blog

Upper Comics

Il Cuore di Quetzal - Gianluca Malato - Nuova Uscita Nativi Digitali Ed.

Flowers - Luca Morandi