Memory Download: La Sindrome di Proust - Lorenzo Sartori

Buonasera lettori! Cosa avete letto in queste vacanze? Avete trovato bei libri sotto l'albero? Qui dalle nostre parti siamo soddisfatti delle nostre letture e siamo pronti a ricominciare alla grande con le recensioni. Aratak si è già dato da fare, ora è il mio turno di presentarvi parte del mio bottino di Stranimondi: Memory Download è il primo romanzo, propriamente detto, di Lorenzo Sartori, che avete già conosciuto qui sul blog. Si tratta di un tecno-thriller, ambientato tra Londra e New York, caratterizzato dall'azione incalzante di un telefilm americano e dal sapore molto british della storia.
Cominciamo, dunque!


Londra, 2067. Il progresso tecnologico ha reso possibile il memory download, il trasferimento su supporto esterno dei ricordi della propria vita. È una tecnica che, per quanto accessibile a pochi, fa gola a molti. Quando il premio Nobel Alice Grossman decide di effettuare il proprio download e ne affida l'editing ad Alec Raines, promettente memo designer, diverse agenzie di intelligence si mobilitano per mettere mano alle sue scoperte, che hanno reso possibile questa tecnica prodigiosa.
Alec si trova così a dover cambiare identità per sfuggire a un'infondata accusa di omicidio, a dubitare delle persone che lo circondano e a salvare la vita del Presidente degli Stati Uniti. Deve agire senza poter scegliere, così come non ha scelto di essere un downloader, una persona in grado di appropriarsi dei ricordi altrui.



Vorrei cominciare questa recensione con uno degli aspetti che più mi ha incuriosita: il mondo occidentale del 2067. La storia si sviluppa tra Londra e New York, in un clima da spy story. Accanto alle rassicuranti invenzioni come i grafpad e i televisori al grafene, c'è l'inquietante assenza di privacy, perpetrata attraverso telecamere in grado di riconoscere qualsiasi volto e spostamento, fisico e finanziario, autorizzato solo tramite scan della retina. Insomma, lo sviluppo tecnologico non è solo un mezzo per aumentare il livello di benessere ma anche per controllare il singolo. In questo contesto va inserito il memory download e i suoi risvolti lucrosi.

Il treno del ritorno era per le sedici e quarantacinque.
Sarebbe arrivato a casa entro le diciotto.
Si diresse verso i binari. Al controllo mostrò l'occhio destro
per la scansione. Accesso negato. [...]
- Lei è il signor Alec Raines? - domandò in modo molto formale.
- Sì.
- Dipartimento Investigazioni Criminali - replicò l'uomo mentre
gli metteva sotto il naso il distintivo. - La dichiaro in arresto.

A questo punto posso presentarvi Alec: come abbiamo detto, è un memo designer tra i più promettenti della Keepsake, agenzia di grafica multisensoriale. Assieme alla neuropsicologa Sarah Kimble deve occuparsi del download di Alice Grossman e di una sua intervista, necessaria per dare la giusta collocazione ai suoi ricordi.

"Tutti vorranno farsi il download. Il fatto è [...] che la qualità
grafica e sensoriale dei ricordi digitalizzati non è
sempre di buon livello. Anzi, a volte è proprio pessima.
Quindi è necessario che qualcuno le dia una bella sistemata.
Perché in un futuro non troppo lontano troveranno
anche il modo per reimpiantarli, e allora sì che il nostro lavoro,
il tuo lavoro, caro Alec, [...] avrà fatto la differenza."

Il suo dunque è un ruolo cruciale. Ecco perché la sua vita, assolutamente normale tra un buono stipendio e la relazione con la bella Julia, è destinata a sgretolarsi tra false identità e doppi giochi. 
Tutto comincia quando Alec si accorge di una strana presenza che lo segue:

La fermata a Highgate interruppe le sue fantasie.
Un uomo di mezza età, chiuso in una giacca color cammello,
lo stava fissando, ma quando Alec se ne accorse
distolse subito lo sguardo.
[...]
Alec alzò la testa per chiedere alla cameriera di
ripassare più tardi, ma in quel momento notò
al bancone l'uomo con cui si era quasi scontrato
quella mattina, davanti al portone di casa. [...]
Alec abbassò gli occhi sulla ragazza [Julia] che involontariamente
lo aveva aiutato a capire dove e quando avesse già
visto quel tizio: in metropolitana, il giorno prima.

e le cose precipitano appena pochi giorni dopo quando, nel primo estratto che vi ho riportato, viene riconosciuto, arrestato per omicidio e sedato per essere condotto in carcere.

La porta si aprì di nuovo dopo venti minuti. Entrò
un enorme uomo di colore. Giacca nera, camicia grigia.
In perfetto abbinamento con la sala. Portava i capelli
rasati, quasi impercettibili su quel volto da boxer.
Con un sorriso inquietante mostrò per un attimo un dente
d'oro. Questa volta sarebbe finito KO. Era il turno dello
sbirro cattivo, e se quello buono era stato Burke
la faccenda si faceva molto seria.
L'uomo allungò la mano e Alec si ritrasse spaventato.
- Sono Desmond Edwards, il suo avvocato.

Da questo momento, ogni persona con cui Alec ha avuto dei contatti, anche nel passato, scopre le proprie carte in tavola e si rivela per ciò che è veramente. Il nostro protagonista ha solo due scelte: fidarsi, nonostante tutto, e accettare la missione che lo porterà a New York, oppure marcire in carcere a vita senza poter dimostrare la propria innocenza.
Per quanto riguarda i personaggi che si affiancheranno ad Alec, a partire da questo punto della storia, non posso presentarveli singolarmente causa spoiler. Leggete però queste righe:

- Ragazzo, rilassati e lasciaci lavorare. Hai mai sentito
parlare di HOLMES?
- Sherlock Holmes? - domandò [Alec] incuriosito.
- In un certo senso. HOLMES è l'acronimo di Home
Office Large Major Enquiry System, in pratica un
enorme database a cui tutte le polizie, i servizi segreti
e le agenzie di sicurezza del mondo sono collegati. [...]
L'unico modo per ingannare HOLMES [...] è quello di crearti
un'identità alterata.

Posso quindi dirvi che un'intera squadra di agenti sarà affidata alla sicurezza e al successo della missione di Alec, che deve sventare un complotto alle spalle del Presidente grazie alla sua abilità di memo designer e alla sua incredibile dote di downloader.

Cosa c'entra il Presidente, vi starete chiedendo? Considerate il memory download come una tecnica di possibile utilizzo militare, e considerate anche l'approssimarsi delle elezioni. Il candidato favorito è propenso alla messa al bando del memory download e, pur di non perdere il posto, anche l'attuale Presidente potrebbe ammorbidire le sue posizioni e porre qua e là qualche divieto. Ecco allora come le agenzie e i "poteri forti" (sì, qui ci sta bene dirlo) scendono in campo per impedire che il MD viva nell'illegalità e, magari, si sviluppi in altre potenze quali la Cina, mettendo a repentaglio il predominio degli USA.
Non stupitevi, dunque, se il tasso di azione nel romanzo sale vertiginosamente, coinvolgendo anche i colleghi della sede statunitense della Keepsake: nessuno è al sicuro dai movimenti delle agenzie in lotta tra loro. Nella seconda metà del libro vi ritroverete a leggere velocissimi (in questo caso i capitoli brevi e lo stile fluido aiutano più che mai) per seguire bene tutti i colpi di scena, i voltafaccia dei personaggi di cui vi fidavate, gli ingressi di nuove figure coinvolte nell'azione.

Lo stile è molto cinematografico: frasi e capitoli brevi, concisi, in cui i personaggi sono presentati attraverso l'impatto visivo che hanno sul protagonista (come avete potuto assaggiare dagli estratti). La catena di eventi stringe le sue maglie sempre di più, procedendo spedita verso la fine del romanzo, con inseguimenti e sparatorie descritte in modo efficace, perché sono vissute da Alec anziché dall'autore che poi deve presentarle al lettore. Non è facile coinvolgere il lettore/spettatore, tantomeno per quasi 300 pagine, e devo ammettere che questo libro riesce nell'intento.

Per quanto mi riguarda, il 2017 inzia molto bene, almeno letterariamente parlando!
Alla prossima!

Ink Maiden

Commenti

Post popolari in questo blog

Upper Comics

Il Cuore di Quetzal - Gianluca Malato - Nuova Uscita Nativi Digitali Ed.

Flowers - Luca Morandi