lunedì 29 maggio 2017

Intervista a Valentina - Illustratrice

Bentrovati lettori del blog!
Oggi è con noi Valentina Vanasia, Vi Art, per rispondere a qualche domanda!





Inizierei subito chiedendoti di presentarti
  • Ciao! anzi tutto grazie per quest’occasione, l’ho davvero apprezzata!
    Dunque, cosa dire in breve: mi chiamo Valentina, in arte Vi. Vivo a Milano e mi nutro di immaginazione! Potrei dire mille cose di me: amo leggere, la musica e al tempo stesso il silenzio, il teatro come il cinema (magari avendo occasione di recitare o prendere parte a scatti fotografici) sognare a occhi aperti e rimanere un po' bambina. Disegno e suono il piano, faccio bozze di piccole storie a cui, prendendo un po' di coraggio, vorrei dare vita con animazioni o vignette. E quante cose si potrebbero aggiungere su di me, e quante si aggiungeranno o toglieranno nel corso degli anni! Il bello è proprio questo no? :)


Parliamo della tua passione e del tuo lavoro: il disegno. Cosa ti ha portato a disegnare e perché disegni?
  • Potrei sembrare banale, ma il disegno è stato un aspetto che mi ha seguito fin da quando ero piccola. Ha preso nel corso degli anni varie sfumature, scopi e modi d’espressione diverse ma è sempre stato accanto a me, dai banchi di scuola fino a qui, ove riempie le mie giornate. Disegno perché la percepisco come se fosse la mia voce. Non sono brava a parole e per mezzo dell’arte riesco a dire tutto in modo semplice. Inoltre è sempre stato un mezzo terapeutico. Mi rilassava in classe scarabocchiando sui quaderni. Mi faceva sognare quando abbozzavo storie e personaggi, insomma, per ogni cosa c’è un disegno! La sera lavoro anche in un ristorante e si capisce quando sono di turno perché disegno sul quaderno delle prenotazioni (eheh) capita spesso che se sono stressata o piena di pensieri, prenda a scarabocchiare, anche sketch brutti da vedere, ma mi permetto di mettere nero su bianco tutto e liberarmi di quelli che potrebbero diventare alla lunga pesi inutili sullo stomaco.



Entrando nello specifico quali sono le tue tecniche preferite?
  • Per quanto riguarda le tecniche classiche prediligo una tecnica mista, mescolando per lo più acquerello e matita colorata, spesso uso solo la penna a sfera per imparare a dare profondità con un unico mezzo, talvolta sperimento strumenti diversi come china, gessetti, acrilici. Ma preferisco tecniche più leggere, dove posso essere delicata, abbozzare segni, strato su strato come fogli di riso.
    Se si parla di tecnica digitale, inizio ad apprezzare contorni dai toni leggeri, ma spessi, tratti imprecisi della pittura, pochi dettagli ma nei punti giusti, saper giostrare parti leggere e zone più definite.


Cosa ti piace disegnare?
  • Soggetti per lo più fantastici, fatati oserei dire: colori leggeri, luci e creature ibridate con animali o che si mescolano con elementi naturali. Soggetti usciti dalle favole e che raccontano di me, della mia visione del mondo, come attraverso gli occhi di un bambino, prendono sogni e speranze e volano leggeri come piume, dicendoti che tutto è possibile. In alternativa opto per scene malinconiche o oscure. Non particolarmente cruente, ma inquietanti: racconto come negli incubi, scene e personaggi che mostrano il male poco a poco. In uno sguardo, in occhi vuoti, assenti ma al tempo stesso fissi su di te, in dettagli che sono tra l’ombra e la luce, il visto e l’immaginazione.


Cosa vuol dire per te essere una illustratrice?

  • Credo che la risposta più semplice e banale da dare in questo caso sia: essere me stessa. Ho sempre trovato naturale esprimere chi sono per il mezzo dell’illustrazione e ho sempre avuto la propulsione per questo tipo di ambito artistico. C’è molto di me in quel che potete vedere. Non ho mai avuto dubbi sul fatto che sarebbe stata una parola che maggiormente mi calzasse a pennello!


Quale sarebbe il lavoro dei tuoi sogni?

  • Non ho un lavoro preciso in testa. Vorrei essere tante cose ed esprimermi in molti campi, dove le mie creazioni possono giungere. Illustrare libri, copertine di cd musicali, poter essere una designer per videogiochi o film animati e perché no? animare io stessa qualcosa, sono solo alcuni esempi.


Fumetti sì fumetti no? Hai mai avuto idea di disegnarne?

  • Sono pro fumetti e ne sono da sempre grande appassionata! ho sempre avuto una buona inclinazione per inventare storie, fin dalle medie, ispirandomi al mio vissuto tra i banchi di scuola o partendo da uno dei miei sogni più bizzarri. Spesso anche ascoltando musica riesco ad immaginarmi scene, personaggi o dialoghi e da li tesso il contesto, personaggi e quale potrebbe essere la trama. Ammetto che ho sempre avuto timore di mettermi a confronto e mettere davvero nero su bianco storie che sono sempre rimaste solo scritte, ma chissà, un giorno potrei prendere coraggio ;)


Hai dei progetti lavorativi in atto per il futuro? Ce ne puoi parlare? 

  • Ho avuto molteplici occasioni ultimamente, e di questo ne sono molto soddisfatta. Partecipare ad uno spot con un’animazione è stata una delle prime cose (il video qua sotto) qualche intervista su blog (come questo eheh), essere nello staff come illustratrice della rivista di prossima uscita “il grimorio del fantastico(Di cui io faccio parte come comitato lettura! -Aratak). Tutti questi sono progetti in uscita e non vedo l’ora di vederne il risultato!
    Qualche commissione per privati (ultimamente avevo fatto delle illustrazioni per un brevetto per un nuovo strumento medico) e alcuni concorsi al quale voglio partecipare. Inoltre ho in mente diversi progetti per il mio canale youtube che spero possano vedere la luce al più presto! (ma per ora, per scaramanzia, non voglio anticipare nulla)
    Fuori dal contesto illustrazioni sto partecipando ad un cortometraggio, di cui non vedo l’ora di vedere il risultato! Di tanto in tanto vengo fotografata dalla mia amica Heather Bci piace lavorare insieme a progetti, idee o altro fuori dal lavoro ** è molto brava, date un’occhiata alle sue opere ;) (Vi consiglio di andare a dare un'occhiata, sono foto bellissime! Aratak)


In una precedente intervista su Scrittori e Lettori Fantasy hai detto che ti piacerebbe anche espandere il tuo orizzonte lavorativo ai videogiochi.
Come? E, soprattutto, perché character designer?

  • Il come è proprio una bella domanda, penso non ci sia una sola via convenzionale in questo ambito, sta a noi trovare il nostro “giusto modo” del come arrivarci.
    Perché? In Accademia ho visto all’opera molti programmatori e animatori in atto. Sono straordinari! Per me tuttavia vedo calzare il ruolo che sta al primo step di un progetto videoludico. Sono una che ha molta immaginazione l’idea di pensare ad un contesto, dove si trova, in quale epoca, qual’è la sua storia ed in seguito inserire un personaggio pensando al suo background e carattere: come si vestirà? quali saranno i suoi mezzi? come cammina? mi entusiasma! Tutti questi piccoli aspetti per dare libero sfogo alla mia immaginazione sarebbe meraviglioso!


Cosa offre l’Italia agli illustratori e agli artisti in generale? E’ abbastanza? 

  • Non posso definirmi esperta nel settore, quindi parlo per quello che sto vivendo ora. Come in molti ambiti, per gli illustratori e artisti in generale è fondamentale emergere, poter dare qualcosa di diverso per il quale essere selezionati rispetto ad altri colleghi. Non è semplice ed è un ambito nel quale non ci si può mai fermare, ma continuare e continuare (esercitarsi, migliorarsi, sperimentare, pubblicizzarsi, proporsi e di nuovo da capo) Penso che ci siano diverse opportunità, ma che sia anche complesso ed è facile trovarsi davanti a rifiuti e occasioni perse per un soffio. Ma sono proprio le sconfitte che ti rendono consapevole delle carenze e difetti da migliorare, per cui poi tirarsi su le maniche e mettersi a lavoro. D’altro canto trovo che sia anche bello potersi espandere fuori dall’Italia così da provare diverse esperienze lavorative. Non tanto per la carenza di commissioni nel nostro paese, quanto un modo per ampliare i propri orizzonti ed arricchire noi stessi e le opere che cresceranno con noi.


Fai lavori su commissione? Quali sono i tuoi preferiti e come si fa a contattarti? 

  • Esattamente. Un requisito importante al quale punto sempre è un buon dialogo e collaborazione con il committente, il lavoro diventa di certo più piacevole e si riescono a fare tranquillamente notti insonni! Per il resto, come detto non sono fissa solo su un tipo di lavoro ma apprezzo sperimentare vari campi artistici e ne consegue una varietà maggiore di commissioni, mi metto sempre nell’ottica che potrei scoprire nuove sfumature del mio lavoro che posso apprezzare al pari di quelle attuali se non di più! Per contattarmi? tramite i social (Valentina Vanasia Art) o per mail (vv.valentina93@gmail.com)


Cosa pensi delle fiere del fumetto italiano che stanno spuntando come funghi? Sono commestibili o velenose in così gran numero?

  • Penso siano un buon mezzo per incontrare persone che hanno le tue stesse passioni al di fuori del web! Si incontrano illustratori e autori emergenti che vengono da ogni parte per partecipare (che sui social si rischia anche di perderli di vista) ed è bello poter fare amicizia e confrontarsi con i vari artisti per scambiarsi esperienze e opinioni. Ci sono anche opportunità di sottoporre il proprio lavoro a esperti nel settore e ci sono incontri per parlare delle novità anche sul mondo dei videogiochi, che aspetto sempre per provare qualche assaggio di videogiochi in uscita! L’aspetto ostico sta sempre nelle persone. Purtroppo si incontrano (in qualsiasi ambito di fiere ed eventi pubblici in generale) gente che è li solo per creare scompiglio, maleducati e chi più ne ha più ne metta. E’ normale che ci siano sempre questi intoppi essendo vasto il pubblico che vi partecipa, l’importante è sempre non soffermarsi troppo e dare valore agli aspetti positivi e stimolanti.



Cosa pensi dei canali youtube di artisti? so che ne hai uno, a cosa servono?

  • Il mondo del web è vario e si trova di tutto e di più. In egual modo, youtube, che si concentra sull’aspetto video, trova nutrimento in generi del tutto diversi di intrattenimento.
    Concentrandosi sull’aspetto artistico si trovano tutorial per ogni genere di programma, speed paint, animazioni e tante e diverse opere che possono solo arricchire chi li guarda e il portfolio dell’artista in questione. Io stessa prima di aprire il mio canale, ho sempre osservato gli altri artisti creare qualcosa di bello e che mi facevano compagnia quando studiavo o cercavo ispirazione. Penso che, come in qualsiasi campo, anche qui sia necessario trovare un proprio linguaggio per comunicare, dare qualcosa di diverso e nuovo allo spettatore. Essere del tutto originale o aggiungere qualcosa di personale a cose già presenti sia fondamentale. Per mio conto, ho iniziato proprio con qualche speed paint, ma sento che non è quello che vorrei condividere, ho in mente qualche piccolo progetto che spero di mettere in moto presto, incrociamo le dita!



Grazie mille del tuo tempo e della tua pazienza.

Vi lascio i link ai suoi contatti
Mail: 
vv.valentina93@gmail.com
Pagina Facebook: Valentina Vanasia Art
Instagram: Valentina Vanasia
Twitter: Art by Vi
Youtube: Valentina Vanasia


Alla prossima,


Aratak

2 commenti:

  1. Oddio che bei disegni! *_* Non conoscevo questa illustratrice, vado subito a seguirla sui social :D

    - The reading Pal

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono magnifici!!! =D
      Anch'io la seguo oramai =)

      Elimina