sabato 11 marzo 2017

Cartoomics 2017 - Parte 2

Buongiorno a tutti torno a parlare di Cartoomics.
Oggi vi vorrei parlare della zona principale dedicata ai fumetti e alla fantascienza.


Fumetti e Fantascienza



Partiamo da quest'ultima, quest'anno era speciale infatti esattamente settant'anni fa è uscito in Italia Guerre Stellari, il primo film uscito di questa saga spaziale.
Ampio risalto è stato dato a questa ricorrenza nonostante lo spazio dedicata alla tematica non fosse abbondante quanto quello riservato ai videogames o ai fumetti stessi.
Ma, considerando il fatto che è una fiera dedicata al fumetto e ai videogiochi, anche uno spazio minimo dedicato a una nicchia qual è la fantascienza va sempre bene.
Poi io parlo di spazio piccolo ma ce n'era abbastanza per montare varie ambientazioni e personaggi nonché due ring per il combattimento con le spade laser.





Lezioni di Spada Laser per piccoli apprendisti Sith





























Risalto è stato dato anche a Carrie Fisher, l'attrice che interpretava Leia Organa, scomparsa da poco. In suo ricordo e onore è stato allestito il Leia Memorial dove erano esposti indumenti di scena, poster e fotografia riguardanti questo bel personaggio.
Cosplayers e accademie di spade laser hanno animato il terreno della fantascienza per tutta la durata dei tre giorni, sabato e domenica una persona passava al mattino per iscriversi a una lezione di spada laser e si arrivava ad aspettare svariate ore prima di poterlo realmente fare!
Io sono stato fortunato: ho provato venerdì quando ancora erano poche le persone in giro... era pure ora di pranzo! =D









Sith o Jedi?

Canaglia Ribelle o Imperiale?

Maestro, insegnami! 



Un pochino più manchevoli le restanti attrattive fantascientifiche, un tavolo dove attori di star trek firmavano autografi quasi sempre deserto, un solo banchetto di gadgets dedicato a questa longeva saga e lo stesso vale per Doctor Who.
Ciò che mi aspettavo di più invece, ovvero gadgets, libri e fumetti, dedicati alla fantascienza in questo spazio... non c'erano. 

La zona dei fumetti invece era ampia e ben rifornita.
Certo c'è sempre l'incognita della domanda fatidica: perché l'editore presente in fiera mi fa un albo a prezzo maggiore di un rivenditore?
Ma a parte questo gli spazi dedicati al fumetto, all'editoria e ai loro gadgets erano ampi, ben divisi e affollati sempre e comunque di appassionati e acquirenti. 
Immancabili gadgets, magliette e albi si affollavano su banchetti stipati di mercanzia. 
Molto buona l'affluenza vista anche nella zona di case editrici meno conosciute (Ailus, NoLands, DarkZone). Soprattutto per NoLands, casa editrice di fumetti, c'era un ottimo traffico. Sarà stata anche la presenza della nota figura del Rinoceronte di Orgoglio Nerd (oltre 350000 mi piace vorranno pur dire una buona base di fan, no?). 

Concludo dicendo solo che la mostra dedicata a Diabolik invece è andata deserta: forse l'ingresso simile a una porta non invogliava l'esplorazione e la contemplazione ma di fatto ogni qual volta ci sono passato davanti non ho mai visto nessuno dentro... 


Stand di No Lands col Rinoceronte

Mostra dedicata a Diabolik. Sempre così

Nessun commento:

Posta un commento