venerdì 16 dicembre 2016

BlogTour Legio M Ultima. Sfida all'Impero de I Demiurghi. Tappa 5: Estratti Memorabili

Buongiorno a tutti cari lettori!
Oggi dal mio blog passa il Blogtour de



Legio M Ultima. Sfida all'Impero

de I Demiurghi 
edito da Astro Edizioni


Ospitiamo la tappa dedicata agli estratti memorabili, spero siano di vostro gradimento! =)
Tanto per cominciare, incontriamo un personaggio curioso, sempre presente ma mai attivo, almeno, non come pensiamo possa esserlo. Di certo, in futuri lavori, la si vedrà un po’ più “vivace”, sebbene sempre silente, nel suo operare. Chi è? Keris, la furia asservita a Plutone. La Plutonis furia.
Una spada, in questo mondo terreno, una semidivinità nella realtà. Abbiamo scelto per questa creatura fantastica, che apre effettivamente le danze di Legio M Ultima, un’iconografica abbastanza classica, a metà strada tra una Medusa e una furia propriamente detta. Questo perché le furie - pur essendo tre quelle principali e più note (Aletto, Tisifone e Megera) - in realtà non si sa bene quante siano e questo ha giocato a nostro favore.



«Le visioni di Apollo sono sempre catastrofiche. Il lupo non uscirà da quel mondo». «Le anime divise favoriscono il suo ritorno, possono aprire le porte di Faerie». «Farò in modo che non succeda per mano sua». Plutone ridacchiò. «Vuoi forse imbrogliare le trame del fato?». Keris rise, raccogliendo da terra il suo scudiscio. Avvicinatasi al braciere, guardò il dio con i suoi inquietanti occhi rossi. «Scherzi? Le parche sono troppo mugugnone, non possiamo fare loro uno scherzo simile. Te lo immagini come si litigherebbero quell’occhio, per guardare tutte il sommo divo Giove mentre esternano tutto il loro disappunto?». Plutone, suo malgrado, sorrise dell’impietosa descrizione. «Ringrazia che non sei mortale, Keris, o Atropos l’Inevitabile non solo reciderebbe il tuo filo per vendetta, ma addirittura lo sminuzzerebbe in mille e più pezzettini con la sua forbice, per assicurarsi della tua morte». Sì, se ve lo state chiedendo, uno di noi due stava guardando Hercules della Disney quando abbiamo scritto questo pezzo e l’altro demiurgo ha approvato appieno la citazione. Tutto sommato, anche se è la prima, è e non sarà l’ultima.

mercoledì 14 dicembre 2016

Sono fermo, mi muovo - Gianluca Giusti - Nuova Uscita

Buonasera amici lettori =)
Oggi condivido con voi un nuovo libro in uscita per La Caravella Editrice:


Sono fermo, mi muovo 
Montecatini Terme una storia nella storia

di Gianluca Giusti



Un uomo che si muove nelle strade di una città per una settimana. La sua città. Una descrizione magistrale, dove il cammino alterna riflessioni profonde a fatti di vita vissuta; uno stop and go che ti segue rigo dopo rigo, pagina dopo pagina. Un saliscendi nelle increspature di un’anima tormentata che sprofonda in una soluzione che non arriva. Ma quale sarà la ragione dell’angoscia del protagonista, e perché il tormento lo affligge? Chi è che lo segue come un’ombra, e perché è lì con lui? Per scoprirlo serve arrivare alla fine, passando attraverso il ritmo serrato, ironico e avvincente di questo esperimento letterario, al termine del quale arriverà puntuale la sorpresa finale.

domenica 11 dicembre 2016

La Custode - Yasodhara Leandri

Buongiorno cari lettori!
Oggi vi voglio presentare, e recensire, un urban fantasy:


La Custode

di Yasodhara Leandri



Il libro, primo di una serie, presenta e introduce il lettore al mondo vissuto da Alex e attraverso amicizie, tradimenti e scoperte lo porta a vivere una storia particolare: da alcuni punti di vista ricorda storie più famose e che io non apprezzo (come twilight e fallen) eppure, al contrario di queste serie, La Custode l’ho semplicemente divorato.

Trama:

Alex, giovane newyorkese appassionata di serie tv e film (una nerd insomma) viene catapultata tutt’a un tratto in un mondo che non conosce, un mondo fatto di energie cosmiche che acquisiscono forma umana:

“<<Allora… che significa… Custode dell’equilibrio?>> chiesi senza nemmeno cercare di immaginare quale fosse la risposta.
<<Tu sai da cosa è formato l’universo? Domandò, espirando profondamente.
<< Ehm… particelle di materia?>> tentai, cercando di ricordare ciò che avevo studiato.
<<Sì e anche da energie, energie come quelle che ti permettono di non sollevarti da terra, di muoverti… poi ci sono quelle energie di cui nessuno ha mai provato l’esistenza, ma che ognuno di noi sente ogni singolo secondo… gli umani provano amore, gioia, orgoglio, rabbia, invidia, odio ogni singolo giorno>>.
La sua voce era calma e scandiva con cura ogni parola e io lo ascoltavo in silenzio come incantata da ciò che diceva.
<<Ti sei mai chiesta perché si provano questi sentimenti? Cosa li fa scaturire?>>. Riflettei per qualche secondo, avevo sempre dato per scontata la loro esistenza. Erano parte della natura umana. Non aspettò la mia risposta e continuò a parlare.

<<Come ti dicevo l’universo è pervaso da diverse energie, ed è da alcune di esse che derivano quei sentimenti che proviamo ogni giorno… quei sentimenti negativi d’odio o invidia esistono perché esistono quelle energie che noi chiamiamo del male e a bilanciare queste ultime esistono le energie del bene, capaci di farci provare amore e compassione. Le une non possono esistere senza le altre…
… quell’equilibrio di cui ti parlavo è stato spezzato. Vedi,queste energie dovrebbero esistere soltanto in forma incorporea, ma ora non è più così e l’influenza che hanno sugli umani è aumentata spropositatamente… ora esistono Custodi e Caduti, i primi energie del bene e i secondi energie del male, entrambi in forma umana… io sono un Custode, tu sei una Custode…>>”

Un mondo di cui lei si trova a far parte, senza sapere nulla e rischiando la vita più e più volte.
Filo conduttore del romanzo, oltre alla scoperta di questo “mondo nascosto”, è la ricerca della madre, scomparsa in concomitanza con la scoperta di Alex di essere una custode.

venerdì 9 dicembre 2016

L'età delle certezze fragili - Giorgia Primavera - Nuova Uscita

Buonasera cari lettori!
Oggi condivido con voi l'uscita  di un nuovo romanzo per Edizioni Clandestine:


L'età delle certezze fragili

di Giorgia Primavera




In questo nuovo, delicato romanzo, l’autrice si confronta con un tema particolarmente ostico, comune a tutte le donne, quello della menopausa, affrontandolo con realismo e sagace ironia e mostrando una spiccata capacità nel rappresentare la psicologia femminile. “Di una cosa sola vi era certezza, una volta imboccata la parabola discendente della vita: non potevi sapere come e quando la mannaia di un acciacco si sarebbe abbattuta sul corpo, né conoscere in anticipo gravità e conseguenza”.
Pagina dopo pagina, emergono angosce, amarezze, aspettative andate deluse, ma altresì la consapevolezza scevra da qualsiasi rassegnazione e la speranza di una donna che non vede nella resa un’opzione da vagliare. “Se i giovani non sanno ancora che le amicizie adolescenziali non dureranno per sempre, perché ritengono in-violabile quel patto di sangue pronto invece a sciogliersi al primo raggio d’amore, i più vecchi credono di potere contare su un parco macchine amicali ormai rodato. Ed è questo l’errore più frequente, quello che i più commettono nell’epoca delle certezze fragili, giacché è la stagione in cui la vita ci sfila via dall’orticello tutto ciò che avevamo seminato con cura, privandoci della garanzia che resista fino al tempo della mietitura”.

lunedì 5 dicembre 2016

Le tre scelte della vita - Angelo Bottiroli - Nuova Uscita

Buona sera lettori!
Oggi vi segnalo un libro sulla società:


Le tre scelte della vita

di Angelo Bottiroli




Sinossi:

Il libro si compone di tre parti che, prendendo a modello lo schema classicista di tesi, ipotesi e dimostrazione, analizzano la società e l’individuo, indicando una possibile alternativa allo stile di vita contemporaneo.
Nella prima parte “La presa di coscienza” viene analizzata la società di oggi così diversa da quella del passato, nella seconda “Vivere la vita” si parla soprattutto di solitudine e amore, di ricerca dell’anima gemella e dei motivi che possono portare una coppia sfaldarsi; nella terza e ultima parte “La seconda occasione” si cercano, invece, gli strumenti utili per vivere meglio possibile nella società di oggi, che servono per risollevarsi dai momenti bui, ai quali seguirà il ritorno alla vita normale di tutti i giorni con l’analisi di alcuni aspetti della nostra quotidianità, fino alle tre soluzioni finali.


Flowers - Luca Morandi

Buongiorno, oggi con questa mia piccola e vecchia poesia voglio iniziare una nuova rubrica dedicata alle poesie. Cercherò poesie mie, di amici o comunque non coperte da copyright da condividere con voi. Spero che vi piaccia =)

Good morning, today with this little and old poem of mine I'd like to start a new column of my blog dedicated to potry. I'll search for mine, friend's and other poems to share with you. Hope you like it! =)


Flowers

di Luca Morandi (alias Aratak)

Peonia del mio giardino
Peony from my garden


Flowers,
so beautiful,
yet so short-lived.
Why do you have to fall
lovely trap
mean by you make love
with each other.
So you love
only for a short span
of the year,
but not of your life
all spent loving
till you fall
leaving place to a new seed,
a new hope
to a new life.


FIORI 
(traduzione in italiano)

I fiori,
così belli,
eppur così effimeri.
Perché dovete cadere
amorevole trappola
attraverso cui fate l'amore
tra voi.
Così voi amate
solo per un breve periodo
dell'anno,
ma non della vostra vita
tutta utilizzata per amare
finché cadete
lasciando il posto a un nuovo seme,
una speranza
di nuova vita.

domenica 4 dicembre 2016

Il messaggio segreto delle foglie - Scarlett Thomas

Buongiorno a tutti! 
Come vi dicevo... SONO TORNATO! =D
Oggi recensirò un libro molto particolare… della stessa autrice ho già recensito “Che fine ha fatto Mister Y” e posso dire che questa storia si mantiene sulla stessa linea: è visionaria e molto, molto incasinata.
Il libro in questione è: 


Il messaggio segreto delle foglie


di Scarlett Thomas



Come si può intuire, sia dalla copertina che dal titolo, mi ha incuriosito per il suo legame con piante e fiori, mondo che da sempre mi affascina.
Innanzitutto ho un avvertimento: prima di inoltrarvi nella lettura di questo libro prendete carta e penna, e tenetevi pronti a utilizzarle. Infatti, per riuscire a seguire tutto, vi servirà uno schemino come minimo delle parentele tra i personaggi.
Non posso fornirvelo io in quanto al suo interno sono presenti varie anticipazioni che vi rovinerebbero molti colpi di scena...


Trama:

La narrazione segue le vicende di una famiglia, quella dei Gardener, che, come suggerisce il cognome, si occupa di botanica/giardinaggio/ricerca da generazioni.
E’ difficile parlare di una trama vera e propria, la vicenda infatti verte intorno a queste persone e a un momento particolare della loro vita: la morte di una signora che possedeva Namaste House, un posto dedicato alle celebrità come punto di ritrovo per meditare, fare yoga e a cui disposizione c’era un ampio giardino e serre.

Il Cuore di Quetzal - Gianluca Malato - Nuova Uscita Nativi Digitali Ed.

Buongiorno e Buona domenica! =D
Oggi finalmente torno a farvi compagnia al massimo con il blog. Scusate è stato un periodo intenso e teso sotto molti punti di vista...
Per iniziare vi voglio consigliare un nuovo romanzo Fantasy, precisamente uno Sword & Sorcery, edito da Nativi Digitali Edizioni:


Il Cuore di Quetzal

di Gianluca Malato




Sinossi:

Baltak è un mercenario freddo e riservato, che vaga per le terre di Midgard accettando i lavori più pericolosi e cruenti. Una missione in particolare, la ricerca del dio Quetzal, la cui scomparsa sta causando una guerra tra umani e giganti, lo porta sulle tracce della Terra delle Nebbie, dominata dal malvagio Loki e dal suo seguace Regas. L'avventura di Baltak, tra scontri di magia, indagini, tradimenti e trappole, rivelerà progressivamente il mistero dietro il cupo mercenario: perché padroneggia le rune, poteri tipici dei druidi, e di chi è la voce di tenebra che lo accompagna e lo tormenta continuamente?
Il Cuore di Quetzal, romanzo fantasy con sfumature sword and sorcery di Gianluca Malato, autore de “Il Golem”, raccoglie a piene mani personaggi, suggestioni e tematiche dei miti nordici per raccontare da una parte una storia di guerra, complotti e macchinazioni, tra dei e uomini, tra sete di potere e virtù, e dall'altra quella di Baltak, un antieroe che cela dietro la sua immagine burbera e scontrosa un terribile dramma e un disperato desiderio di vendetta. Quale sarà il destino del cuore di Quetzal e del mercenario?

venerdì 2 dicembre 2016

Romeo e Giulietta s'amavano eccome - Spettacolo Teatrale Martinitt

“Romeo e Giulietta s’amavano eccome”.
Come imparare ad amare loro (e se stessi)?


Giovani innamorati di ieri e giovani disincantati di oggi si incontrano per mettere sul tavolo tematiche vecchie, nuove e senza tempo. Un manipolo di ragazzi, apparentemente senza arte né parte, si ribella alla professoressa di recitazione che vuole propinare loro la storia “antica” dei due fidanzati, che a loro volta si ribellarono alle famiglie. Di ribellione in ribellione, nel 400° anniversario della morte di Shakespeare, una pièce di teatro nel teatro, che è in realtà uno spaccato di vita moderna. In scena dall’1 al 18 dicembre.