lunedì 25 luglio 2016

Il figlio del cimitero - Neil Gaiman

Buongiorno a tutti!
Oggi vi parlo di un libro molto carino:


Il figlio del cimitero

Di Neil Gaiman


Un libro per ragazzini interessante e particolare.
Direi che mi è piaciuto molto, spettacolari inoltre sono le immagini che ci sono al suo interno.

Trama:

Una famiglia viene assassinata. Tutti tranne un bambino di 2 anni che scappa di casa (gattonando) e si va a rifugiare in un cimitero dove… dei fantasmi lo adottano!

“- Credo – disse Silas – che sia giunto il momento di raccontarti da dove vieni.
… Allora Silas cominciò: - Che sei diverso, lo sai già. Che sei vivo. Che ti abbiamo preso… che ti hanno preso a vivere qui; e che io ho accettato di essere il tuo tutore.
Bod non disse nulla.
Silas proseguì, con la sua voce vellutata: - Avevi dei genitori. Una sorella maggiore. Furono assassinati. Sono convinto che avessero intenzione di uccidere anche te e che ciò non sia avvenuto per puro caso, grazie anche all’intervento degli Owens.” 

Questo bambino verrà rinominato Nobody Owens e messo sotto la responsabilità degli Owens e di Silas, uno strano figuro che si dovrà occupare del suo sostentamento.

“Si vedeva la cappella funeraria abbandonata, i cancelli di ferro chiusi dal lucchetto, l’edera che si avviluppava attorno a una guglia, un alberello che spuntava da sopra le grondaie, all’altezza del tetto.
Si scorgevano le lapidi e le sepolture, le tombe e le targhe funebri. Ed ecco un coniglio, un’arvicola o una faina, che saettavano sgusciando dal fitto sottobosco per attraversare d’un balzo il sentiero.
Avreste visto tutto ciò, alla luce della luna, se foste stati lì quella notte.
Forse non avreste visto una donna pallida e grassoccia che percorreva il viale vicino alle cancellate d’ingresso, e se pure l’aveste vista, a un secondo sguardo avreste creduto che si trattasse solo di un raggio di luna, di foschia, di un’ombra. Ma la donna era lì per davvero.” 

I vari fantasmi del cimitero lo aiuteranno a imparare varie cose, sulla vita e sulla morte, anche se Bod rimarrà sempre un disastro con lo Svanimento, almeno fino a che non riceverà un aiutino speciale, mentre con le Infestazioni se la cava alla grande.
Bod cresce spensierato e al sicuro nel cimitero peccato che la persona che ha ucciso i suoi genitori sia ancora sulle sue tracce per finire il lavoro.
Da qui in poi le cose cadono un poco nel cliché con la lotta tra il protagonista e i suoi alleati VS l’assassino e i suoi, il tutto mosso da una profezia di n anni prima.
A parte la scelta di sviluppare la trama in questo modo tutto il contorno e la narrazione sono semplicemente stupende.

La Guerra degli Elementi - Veronika Santiago - Segnalazione Nuova Uscita

Buonasera a tutti!
Finalmente torno a pubblicare qualcosa! Scusatemi ma sono molto preso!
Oggi vorrei segnalarvi l'ultimo libro di una saga, il libro in questione è:


I Manoscritti del Destino

Volume 4 de La Guerra degli Elementi

di Veronika Santiago


Sinossi:

Per gli Eredi di Atlas un’intera vita è trascorsa in una sola notte: la seconda linea temporale corrotta creata dall’Eletto è stata annullata ma non tutti sono riusciti a tornare indenni dalla SacraScozia e la minaccia rappresentata da Desmond e la Guida grava ancora su OgniDove e su tutto il pianeta.
Mentre Dominique e gli abitanti dell’isola cercano di trovare alleati in vista dello scontro imminente, gli Eredi seguiranno le orme dell’ultimo Custode di Atlas alla ricerca dell’unica arma in grado di battere il nemico: i Manoscritti del Destino. Gli antichi volumi tuttavia si riveleranno saturi di potere ma anche colmi di insidie e inganni.
Il piano della Guida, ordito per anni nell’ombra, si paleserà nella sua crudele perfezione costringendo gli Eredi ad abbandonare OgniDove per avere salva la vita e riacquisire il perduto dominio sugli elementi. Ma arrendersi non è un’opzione e gli Eredi scenderanno in campo nell’ultima decisiva battaglia quando la creatura fatta d’oscurità solcherà i cieli e i segreti del passato porteranno il mondo a un passo dall’avverarsi della Profezia.


domenica 17 luglio 2016

Dark Alchemy - Antologia

Buongiorno a tutti!
Oggi vi parlo di un’antologia.
Inutile ripetere quanto difficile sia riuscire a recensirle… per cui let’s get started!
Il libro in questione è:


Dark Alchemy



Questa antologia ha come tema la magia e le sue varie forme, bianca, nera o naturale. 
Gli autori sono vari, si va da quelli più conosciuti come Gaiman, Cofer e Scott Card a altri che non avevo mai sentito come Baker e Yolen.
L’antologia è curata da Dann e Dozois, quest’ultimo è un curatore davvero attivo e in vista nell’ultimo periodo: sue sono molte delle antologie dove Martin pubblica i suoi racconti.

Dalla prefazione: 
“Maghi, stregoni e sciamani, streghe, santoni e veggenti, guaritrici, prestigiatori: ogni epoca e ogni cultura, sin dalla preistoria, ha avuto la propria versione di rappresentanti della magia, di chi intercedeva con gli spiriti, che conosceva gli antichi segreti e sapeva evocare poteri nascosti, di chi era in grado di vedere sia il mondo spirituale che quello fisico e riusciva a mediare tra i due. Talvolta erano personaggi benevoli e saggi, altre volte malvagi e cattivi, a volte ambigui. Anche oggi nel ventunesimo secolo, in cui abbiamo stazioni spaziali e satelliti che ci volano sopra la testa, in cui possiamo comunicare in maniera simultanea con qualcuno dall’altra parte del mondo, e possiamo attraversare un continente da una costa all’altra in una manciata di ore (cosa che, di per sé, sarebbero sembrate magia estrema soltanto poche centinaia di anni fa), la figura del mago è ancora profondamente significativa, un archetipo che satura arte, pubblicità, letteratura, folclore, cartoni animati, cinema e persino i nostri sogni più remoti.”

sabato 16 luglio 2016

Il ritorno - Laura Caputo - Racconto

Buona sera cari lettori!
Oggi come conclusione di giornata vi lascio un racconto di Laura Caputo.


Il ritorno

Laura Caputo 


Non credevo che sarei mai tornata-
Erano passati troppi anni da quando avevo accompagnato la bara fino al cimitero perso in mezzo ai campi.
Avevo aspettato, silenziosa e un po' rigida, che la calassero nella tomba scavata di fresco dentro alla terra umida e grassa che formava due montagnole sui lati.
C'ero solo io. In piedi, le ginocchia strette l'una all'altra, i piedi perfettamente allineati.
Ascoltavo le cicale che frinivano svogliate, come se già conoscessero la loro prossima fine, senza potersi opporre all'ineluttabilità della natura.
Guardavo attentamente un cespuglietto di malva - "tutt'i mal 'i calma", diceva mia nonna eleggendola a panacea universale - e le api che facevano la spola da un fiore all'altro, ordinatamente per non intralciarsi.
Più in là, contro l'orizzonte, il campanile della parrocchia avvolto da una leggera foschia: non c'era una nuvola in cielo, ma il suo colore sbiadito già annunciava l'autunno.
Sulla strada provinciale, nascosta da un filare di gelsi polverosi, passavano rare auto con un rapido fruscio e poi più niente.
Anche adesso, vent'anni dopo, ricordo tutto con precisione perché mi ero concentrata sui dettagli come se mi fosse permesso di vederli per l'ultima volta.
Essere attenta a loro mi aveva consentito di restare lontana dalla realtà e -credevo- di ancorare il dolore in un fondo che mi sarei guardata bene dall'esplorare nel futuro.
Ero andata via. Di corsa a prendere l'aereo: la famiglia, il lavoro, i mille impegni di una vita altrove non consentivano alcun indugio, alcuna distrazione.
Avevo trent'anni, un marito, un figlio che avrebbe frequentato la scuola per la prima volta, di lì a due giorni, quello che comunemente si chiama "un posto di responsabilità" in una ditta di trasporti, ero stata eletta al Consiglio di Quartiere in rappresentanza delle madri lavoratrici, avevo un mutuo sulla casa e risparmiavo entusiasticamente per offrirmi una nuova macchina, più adeguata alle mie necessità.
Non mi concedevo un minuto libero perché ero convinta di riuscire ad essere - tutto insieme - una buona madre, una buona moglie, una buona collaboratrice per il mio titolare e perfino una buona cliente per la banca. Non c'era posto dunque né per i ricordi, né per i rimpianti: la vita, perfettamente tracciata, era tutta davanti a me.

Il confine del buio - Fangareggi e Fabbri - Segnalazione Nuova Uscita

Buon giorno a tutti cari lettori!
Dopo una turbolenta nottata per il mondo intero la situazione torna alla (più o meno) normalità di sempre.
Io vi segnalo quindi un thriller medievale:


Il confine del buio 

di Fabrizio Fangareggi e Pierluigi Fabbri 




Sinossi:

Thomas FitzAlan, terzogenito del Conte di Arundel ha vent'anni ed è già Vescovo di Ely.
Sembra destinato a percorrere senza fatica il cursus honorum riservato al figlio di uno degli uomini più potenti d'Inghilterra.
Ma Thomas, più abituato alle aule e alle taverne di Oxford che alle navate di una cattedrale, ha altri piani per il suo futuro.
Quando riceve una convocazione a York da parte dell'Arcivescovo Alexander Neville i suoi sentimenti sono contrastanti.
Se da un lato quel viaggio si presenta come una seccatura imprevista che lo allontana da Joan, il grande amore della sua vita, dall'altro appare anche come la possibilità di trovare un nuovo importante alleato.
Ricevuto l'incarico di recarsi fino al remoto monastero di Rievaulx, dal quale non giungono più notizie, assolda come scorta un gruppo di mercenari comandati dal sergente Jack Finch, un ex soldato cinico e disilluso.
Il pericoloso viaggio tra le lande buie e selvagge del nord diverrà per Thomas anche una sfida interiore per mettere alla prova la sua già carente fede.
E cambierà la sua vita e lo costringerà a scoprire fino a che punto è disposto a spingersi, quale confine è pronto ad attraversare, per ottenere quello che vuole.


giovedì 14 luglio 2016

La Prima Pietra - Fabio Novel - Nuova Uscita Imperium Edizioni

Buon pomeriggio!
Ecco a voi un nuovo libro d'azione per Imperium Edizioni!


La Prima Pietra

di Fabio Novel


Sinossi:

Adjelhoc, regione dell’Azawad, Mali.
I tuareg sono in rivolta, ma la loro lotta autonomista è tumorizzata da gruppi armati islamico-radicali, quali AQMI e Ansar Dine. E dove arrivano loro, arriva il lato più oscuro della sharia. Su questo inusuale sfondo geopolitico e sociale, va in scena un dramma di amore e morte, segnato da incomprensioni familiari, meschinità umane, ideali laici e fanatismi religiosi.
“La prima pietra” è liberamente ispirato a un fatto realmente accaduto nel 2012. È un racconto nero, con una traccia di giallo: perché forse non è quella che ci si aspetta la mano che scaglia la prima pietra.

mercoledì 13 luglio 2016

Ancora un po' di Charlie - Melissa Pratelli - Segnalazione Nuova Uscita

Buon pomeriggio a tutti!
Oggi vi segnalo un libro romantico che vi farà sognare!


Ancora un po' di Charlie

di Melissa Pratelli 


Sinossi:

Charlie e Grace sono amici da sempre, fin dal giorno in cui Charlie, all’età di tre anni, prese per mano Grace per la prima volta, per non lasciarla andare mai più. 
Lei è una ragazza taciturna, atipica e brontolona. Lui è il sole che illumina tutte le sue giornate. 
Un unico linguaggio li accomuna, la musica. 
Un giorno però, qualcosa tra loro si spezza e Grace lascia New York con la sua famiglia. 
Quando, anni dopo, la ragazza torna nella sua città natale, inizia la disperata ricerca dell’unica persona davvero importante per lei… Charlie. Una vita vuota e solitaria, senza di lui. 
Riuscirà Grace a ritrovare l’amico perduto e a farsi perdonare per tutti gli anni di silenzio? 
La musica accompagnerà con il suo ritmo i due ragazzi, alla scoperta di un’amicizia che, forse, nasconde anche qualcosa di più…

martedì 12 luglio 2016

novantaquattro - Matteo Giordano - Segnalazione Nuova Uscita Nativi Digitali Edizioni

Buon pomeriggio!
Oggi vi segnalo un nuovo libro edito da Nativi Digitali Edizioni! =)


Novantaquattro 

di Matteo Giordano


Sinossi:

"Dani aveva stoppato il walkman e tirato fuori la cassetta con la compilation del suo quattordicesimo anno di vita. Con il dito si era messo a riavvolgerla: bisognava riascoltare tutto dall’inizio, di nuovo."
Durante una festa di capodanno, per i tre amici quattordicenni Dani, Ste e Giamma il Novantaquattro inizia con una finestra rotta da un petardo e un due di picche clamoroso: chi ben comincia...
Eppure, nella sonnacchiosa città di provincia che è un po' il loro regno, si prospetta un anno dal sapore epico, tra tornei di calcetto presi un po' troppo sul serio, "mosse Sid Vicious", professori carogne, rivalità di quartiere, bravate di ogni genere e, ovviamente, le prime disastrose esperienze sentimentali...
Il "novantaquattro" che Matteo Giordano ci racconta attraverso gli occhi di tre adolescenti è un omaggio all'Italia degli anni '90 e alle sue contraddizioni, ma chi quegli anni li ha vissuti, scoprirà che l'autore si è divertito a giocare con la Storia, immaginandosi un anno in cui il leader dei Nirvana sbaglia mira, e i risultati sportivi e elettorali prendono pieghe inaspettate...
Un po' "teen comedy", un po' romanzo di formazione e un po' ucronia, "novantaquattro" è un viaggio nel tempo e nella cultura pop che entusiasmerà gli adolescenti di oggi... e di ieri.


domenica 10 luglio 2016

Duello sul ponte - Giulia Grassi - Racconto Parte 2

Buon pomeriggio!
Ecco a voi la parte conclusiva del racconto di Giulia Grassi!
La prima la trovate qua: PARTE 1



Duello sul ponte

Parte 2

di Giulia Grassi

stampa raffigurante Minamoto no Yoshitsune e Saito Musashibo Benkei

Il suono dei corni da guerra echeggiava nell’aria fredda della sera, diffondendosi per tutta la pianura; frecce sottili sibilavano fendendo la nebbia che si era sollevata insieme alla luna pallida. Gli uomini di Yoritomo avevano circondato del tutto la zona, impedendo in questo modo ogni tentativo di fuga o ritirata. La battaglia finale era ormai iniziata e gli assedianti erano completamente svantaggiati. Il forte Takadachi era sotto attacco e non avrebbe resistito per vedere l’alba.
Yoshitsune, affacciato ad una finestra del primo piano, stava osservando la strenua resistenza dei suoi vassalli di fronte all’ingresso del forte. Desiderava ardentemente prenderne parte, ma Shinzaemon si era opposto fino alla fine a questo suo desiderio, addirittura minacciandolo. “Voi siete l’erede dei Minamoto, non potete permettervi di morire. Combatteremo noi al vostro posto”, gli aveva detto, con un sorriso mesto dipinto sul volto. E Yoshitsune non aveva potuto fare altro che annuire e lasciarli partire. Avrebbe voluto andare con loro, combattere in prima linea e morire circondato dai suoi compagni, ma era consapevole che non sarebbe stato quello il suo destino. Sarebbe morto, certo, ma da solo, in una stanza, circondato solo dal suono ovattato della battaglia e dallo sfrigolio delle fiamme.

sabato 9 luglio 2016

Duello sul ponte - Giulia Grassi - Racconto

Buon pomeriggio!
Lettori cari questo racconto è per voi!
Giulia Grassi ci intratterrà con un racconto particolare, a cavallo tra la narrativa storica, le favole e i poemi epici!


Duello sul ponte

Parte 1

di Giulia Grassi

Ukiyo-e che raffigura Minamoto no Yoshitsune mentre si allena con i tengu

La cara Giulia ci viene in aiuto dandoci una trama così da capire se il racconto potrebbe piacerci:
"Trama: Anno 1189, Giappone. La guerra per il controllo della famiglia imperiale non cenna a terminare e, dopo la sconfitta definitiva dei rivali Taira, si è trasformata in una lotta interna alla famiglia Minamoto. Sono ormai cinque anni che Yoshitsune dei Minamoto è costretto alla fuga dal fratellastro Yoritomo, geloso dei suoi successi militari. Rifugiatosi nel lontano nord insieme ai pochi seguaci che gli sono rimasti, vengono traditi dai vecchi alleati e ben presto si trovano circondati da nemici. Ed è proprio in punto di morte che Benkei rimembra il giorno in cui venne sconfitto in duello da un giovane impertinente e spavaldo…"

Castrum podii medii - Santaniello e Coppi - Segnalazione Nuova Uscita DaliaEdizioni

Buon pomeriggio!
Oggi vorrei condividere con voi una nuova uscita un po' particolare: un libro dedicato alla Storia e all'Arte di Poggio di Otricoli un paese del sud dell'Umbria. Edito da Dalia Edizioni


Castrum Podii Medii 

di Francesco Santaniello
Foto di Sergio Coppi



La storia e l’arte di un piccolo gioiello nel sud dell’Umbria, Poggio di Otricoli, svelate da documenti che attraversano i secoli per restituire gli avvenimenti e lo svolgersi della vita in un borgo singolare per l’orgoglio, la tenacia, l’intraprendenza dei suoi abitanti.
Una natura bellissima, raccontata da artisti e poeti illustri, fa da cornice a Castrum Podii Medii, dal fascino intatto, racchiuso nelle possenti mura di cinta dell’antica rocca. Lo studio rigoroso di Francesco Santaniello guida il lettore per le vie del paese alla scoperta dei tesori stratificati nel tempo; gli scatti di Sergio Coppi regalano per ogni dettaglio, per ogni scorcio, visioni d’artista.
Poggio di Otricoli, grazie alla passione dei suoi abitanti e all’impegno dell’Associazione Castrum Podii Medii, che cura attività di valorizzazione e che organizza, nel terzo fine settimana di luglio, un’originale festa di grande richiamo, “Le Giornate Medioevali”, si mostra oggi in tutta la sua bellezza.

venerdì 8 luglio 2016

Valerie Sweets - Manuel Marchetti - Nuova Uscita Nativi Digitali Edizioni

Buon pomeriggio cari lettori!
Mi scuso, è tutta la settimana che non pubblico nulla.
Ciò è dovuto sia al caldo estremo che allo studio. Ma da oggi cercherò di tornare completamente attivo senza tralasciare questo blog che per me è importante.
Oggi inizierei con una segnalazione di una trilogia fantasy uscita in unico volume, prodotta da Nativi Digitali Edizioni:


Valerie Sweets - La trilogia completa

di Manuel Marchetti


Sinossi:

Dura la vita per Valerie Sweets, tenente nella Polizia di Cold Hill che ogni giorno deve tenere a bada criminali e maniaci. È proprio per questo che beve, e tanto: per dimenticarsi delle pallottole, sparate e ricevute, e per cacciare via i fantasmi. Ed è proprio al Rusty Bar, il posto dove ama sbronzarsi, che inizieranno le grane serie per Valerie, che stavolta non si troverà contro i soliti scagnozzi e gangster, ma un nemico ben più temibile...
Sangue, sacrificio e tanti bossoli sul pavimento: questi sono gli ingredienti di “ValerieSweets”, trilogia action-fantasy originariamente pubblicata in tre ebook e ora raccolta in un unico volume cartaceo, che racchiude tutte le disavventure della poliziotta alcolista, dei suoi improbabili alleati e dei suoi inquietanti nemici.
In più, vi regaliamo l’inedito racconto “RGB”, uno spin-off della saga  che ci presenta un’altra eroina... decisamente fuori dagli schemi!
Non è il solito poliziesco, non è il solito fantasy, la storia di Valerie Sweets è entrambe le cose e molto di più. La volete scoprire? Preparatevi un bel bicchiere di roba forte, ne avrete bisogno... o altrimenti offritelo a lei, non rifiuterà.
Un destino già scritto” è la terza ed ultima parte della trilogia di Valerie Sweetsche come i precedenti episodi vi trascinerà in un mix di azione, avventura e fantasy, tra vecchi nemici e nuovi alleati, fughe rocambolesche e scontri all’ultimo sangue, accompagnate dall’immancabile spruzzata di humor alla quale ci ha abituati la nostra eroina, anche se a lei non piace essere definita tale. Quale sarà il “destino già scritto” di Valerie?

mercoledì 6 luglio 2016

AA. VV. - Racconta gli Animali: Segnalazione Nuova Uscita

Buon pomeriggio! Vi presento una delle ultime uscite per Historica, un'antologia interamente dedicata ai nostri amici "non umani", pelosi o pennuti, a quattro o due zampe. Ve ne parlo con un po' di emozione perché, tra i 30 autori selezionati, ci sono anch'io!


Sinossi:

Cani, gatti, lupi, corvi e molto altro in questa antologia che è un'altalena di lacrime e sorrisi. Storie di amici a quattro zampe che ridonano la speranza laddove tutto sembrava perduto, inseparabili compagni di vita che insegnano anche senza parlare attraverso la loro delicatezza, il loro amore incondizionato e l'estrema abnegazione verso il proprio umano. Vita vissuta e fantasia si alternano per dipingere un quadro dai colori sgargianti che vibrano di emozioni pure e parlano nel linguaggio universale dell'amore. Attraverso queste storie si ha accesso a un mondo genuino e spontaneo nel quale basta uno sguardo per comunicare, un gesto per intendersi grazie alla simbiosi emotiva che si raggiunge solo con i nostri amici animali. Sentimenti profondi che entrano in punta di zampa nel cuore del lettore e lì vi lasciano un'impronta che mai potrà essere cancellata.

domenica 3 luglio 2016

Mio padre in una scatola da scarpe - Giulio Cavalli

Ri-buongiorno a tutti!
Come state? 

Oggi recensirò per voi:


Mio padre in una scatola da scarpe

di Giulio Cavalli



Vorrei iniziare presentandolo con le parole che usa sul suo SITO:
“Siccome mi hanno sgridato dicendo che non si può mica parlare di sé in terza persona nel proprio sito allora scrivo io personalmente.
Chi sono più o meno lo trovate nella mia pagina su wikipedia. Principalmente scrivo e racconto. Scrivo libri, scrivo articoli, scrivo monologhi e recito libri, recito monologhi e ogni tanto recito anche inchieste.
I miei libri e i miei spettacoli sono spesso legati a storie del presente. Qualcuno mi descrive come autore civile ma mi piacerebbe fare un giro tra gli incivili per capire chi assegna il patentino.
Scrivo per Left, per Fanpage, per L’Espresso e ho scritto per Il Fatto Quotidiano. Giro spesso per l’Italia.
Poi se qualcuno sta cercando ossessivamente la questione della scorta: sì sono io. E credo che sia una delle mie caratteristiche meno interessanti poiché non è un pregio, non è un vizio o un difetto ma solo una conseguenza.
Odio gli indifferenti, sono partigiano
.”

Io ho avuto la fortuna di conoscerlo quando è venuto nel mio paese poco prima delle scorse elezioni comunali. Mi ha colpito e affascinato non poco, tanto che da allora lo seguo con assiduità e impegno.
Impegno in ciò in cui entrambi crediamo, nella giustizia, nell’impegno personale delle persone, nella legalità. E’ anche grazie al suo incontro che ho deciso di darmi da fare entrando nell’associazione Libera.

The Boy and the Beast

The Boy and the Beast





Si tratta di un cartone animato giapponese, uscito a luglio 2015 e distribuito in Italia dalla lucky red. E’ stato trasmesso nelle sale il 10-11 maggio 2016.

Trama:

Ren è un bambino umano che all’improvviso si ritrova solo: la madre muore e il padre, completamente disinteressato a lui, se ne va di casa. Non volendo vivere con gli zii, Ren scappa. Si imbatte in un signore, che lo invita a seguirlo perché gli “piace” il suo sguardo. Il giovane protagonista accetta e si ritrova in un mondo parallelo abitato da animali antropomorfi.
La “persona” che l’ha invitato si chiama Kumatetsu ed è un orso “umanizzato”, esperto di arti marziali, che contende con un cinghiale il diritto a essere il successivo gran maestro.
Ren, ribattezzato Kyuta (perché ha nove anni – kyu vuol dire 9 in giapponese), decide di diventare il discepolo di Kumatetsu… peccato che sarebbe il suo primo allievo e che Kuma non sappia insegnare!

sabato 2 luglio 2016

Chatting with an italian archaeologist, Emilio Verze

Hello dear readers!
Since I think this interviews might be interesting also for foreigners I translated it all in English.
Hope you all enjoy reading it, if I've done any errors just tell me so that I can better myself =) 

Emilio Verze is with us today and together we'll discuss about Archaelogy.

Let’s start: tell us something about you

  • Hello! I’m Emilio Verze, an archaeologist, I was born, and I studied, in Naples.
    I’ve worked, and I’m currently working, as a Touring Guide in Campania, one of the most beautiful  regions in Italy and, after an enabling test, I’ve started teaching  Art, the historical part, in High Schools. I’m quite multitasking in the Cultural Area.


Sara Mauri - Intervista Disegnatrice

Sara Mauri
Buongiorno!
Per la serie di interviste particolari oggi è con noi Sara Mauri, disegnatrice e illustratrice.

Benvenuta!

Dicci qualcosa di te:

  • Ciao! Non sono brava a parlare di me, posso disegnarmi?
    Sono una drogata di musica, la più svariata, ed amo andare ai concerti. Mi piace viaggiare, visitare posti nuovi vedere cose mai viste. Il ricordo più lontano che ho è di me che disegno, ho una deviazione mentale che mi porta ad amare tutto ciò che sia fatto di cartone o legno e non ho altro dio all’infuori del cioccolato fondente. Odio i pomodori.


La principessa che non sapeva cantare - Chiara Civati - Nuova Uscita Edizioni Imperium

Buongiorno amici lettori!
Iniziamo il pomeriggio con una segnalazione, ma oggi non sarà finita qua, siete avvisati!


La principessa che non sapeva cantare

di Chiara Civati
Edizioni Imperium


Narrata e illustrata dalla stessa Civati, questa favola dedicata ai giovani lettori insegna a volersi bene, perché ognuno di noi è unico… e speciale.

Sinossi

C’è un regno lontano dove tutto è fantastico. Tranne la piccola Rosie!
Rosie non è affatto la tipica principessa che tutti si aspettano: è maldestra, non ha occhi blu, non danza ed è meglio non essere nelle vicinanze quando prova a cantare.
Con l’aiuto di alcuni veri amici che la accettano così com’è, capirà che non deve sforzarsi di apparire come vogliono gli altri, ma essere se stessa e non avere paura di deludere il prossimo.
Un simpatico racconto che fa riflettere: non bisogna cercare di essere quello che non si è, ognuno di noi è diverso… e speciale.


L'autrice:

Chiara Civati è un’autrice e illustratrice che lavora per il mondo dei ragazzi e dell’infanzia, e vive in provincia di Como.
Dopo una formazione superiore come disegnatrice per tessuti, si è specializzata in Visual Design alla Scuola Civica Arte&Messaggio di Milano dove ha avuto modo di lavorare per varie iniziative ed esposizioni artistiche indette dal Comune.
Dal 2012 inizia a lavorare attivamente nel campo dell’illustrazione per le più svariate realtà, da case editrici estere e italiane a linee di abbigliamento, da laboratori creativi a locandine pubblicitarie.
Progetti interamente scritti e illustrati da lei in Italia sono “La leggenda della Giubiana” (Edizioni Il Ciliegio, 2015) e “La principessa che non sapeva cantare” (Edizioni Imperium, 2016).


Links:

Acquisto Cartaceo: Lulu (7 €)
Acquisto Ebook: (0,99 €)

venerdì 1 luglio 2016

Bracbah: il ritorno dei demoni - Daniele Donisi - Segnalazione Nuova Uscita

Amici lettori oggi vi segnalo la nuova edizione di un fantasy uscito nel 2014:

Bracbah: il ritorno dei demoni

di Daniele Donisi


Sinossi:

Danyĕħl è un giovane ragazzo che vive con la sua famiglia in una “casa” albero gigante, nei pressi del villaggio di Lifetown nelle terre del regno di Castleshlie. Nel mondo Bracbah nessun umano è come lui, nemmeno la sua famiglia: occhi verdi, orecchie appuntite, capelli neri. Con suo padre lavora le terre del re, come un umile contadino, quando improvvisamente la sua vita cambiò. Tutto ebbe inizio durante i giorni dell’Anello di Luce, nel momento in cui incontrò una veggente e il suo spirito, i quali gli svelarono il suo destino: salvare tutte le creature di Bracbah da un nuovo ritorno dei demoni. Spinto dal suo buon cuore e dalla consapevolezza di essere il prescelto degli spiriti, Danyĕħl intraprese un lungo viaggio per salvare una vita, ma questa scelta lo porterà a scontrarsi con nuovi nemici e a seguire la sete di vendetta, tralasciando il suo destino e i suoi affetti. Nel frattempo, le città vengono assediate dai demoni e comincia una lunga la battaglia con gli uomini del re Kâħel e il leone magico Ålehx. Quando tutto ormai sembra perduto per il popolo di Castleshlie, Danyĕħl arriverà in loro aiuto compiendo, in parte, il suo destino.