martedì 7 aprile 2015

Intervista all' Editore: Giordana Gradara; Plesio Editore

Buongiorno a tutti!  
Oggi è con noi Giordana Gradara  titolare di Plesio Editore, una CE che pubblica libri di genere fantastico. 

Quindi diamo il benvenuto a: 


Giordana Gradara 


Ciao Giordana e grazie della tua disponibilità! 

  • In realtà grazie a te e alla possibilità che mi dai per parlare un po’ di Plesio. 

Innanzitutto io partirei con una domanda su di te: chi sei e cosa fai? 

  • Credo che parlare di me sia un po’ noioso, prometto di essere breve per il bene dei tuoi lettori. Ho una formazione giuridica, ma al tempo degli studi pubblicai un libro d’avventura, che al momento considero un po’ un errore di gioventù. Negli anni ho ricoperto il ruolo di editor e valutatore per alcune piccole realtà, fino a quando non ho avuto la possibilità di aprire Plesio. 


Passerei quindi a parlare della CE, qual è la sua storia?  

  • Come dicevo, appena presentatasi l’occasione ho scelto di provare ad aprire una realtà che rispecchiasse le mie passioni. Un po’ perché nel nostro paese mancava una casa editrice con una linea editoriale volta al fantastico in maniera esclusiva -all’epoca i lettori di fantastico erano appena rimasti orfani di Asengard- e le realtà più blasonate sembravano guardare esclusivamente al mercato anglofono. 

Perché hai scelto il genere fantastico che è un genere non propriamente riconosciuto da tutti i lettori, soprattutto da quelli italiani? 

  • Domanda facile! È l’unico che non mi stanco mai di leggere, nonché quello di cui ho una conoscenza più approfondita. 

Qual è la politica della tua CE? 

  • Crediamo che la semplicità paghi, quindi la nostra politica non prevede nessuna dietrologia. Cerchiamo testi che ci piacciano e investiamo per portarli alla luce. Come spero sia ovvio, non chiediamo nessun contributo all’autore. 

Uno ha un manoscritto, cosa deve fare per inviartelo e attraverso quali processi passa il manoscritto prima di essere pubblicato? 

  • L’aspirante autore Plesio, innanzi tutto dovrebbe sincerarsi che in quel momento le valutazioni siano aperte. È molto facile, basta guardare il nostro sito alla pagina ‘Manoscritti’. Come troverà descritto anche lì, poi, potrà inviarci sinossi, biografia e testo completo all’indirizzo manoscritti@plesioeditore.it. Consiglio a tutti l’iscrizione alla nostra newsletter, tramite cui diamo notizia della riapertura delle valutazioni con qualche settimana d’anticipo. Per prima cosa valutiamo la sinossi, ciò ci permette di operare la prima scrematura. In seguito avanziamo con la lettura dei primi capitoli. Se il testo passa l’analisi dello stile, arriviamo al termine dell’elaborato e lo analizziamo sotto tre aspetti principali: valore, attinenza al nostro piano editoriale, commerciabilità in base al nostro target.  

Qual è il tuo rapporto con i tuoi autori?  

  • Vorrei essere l’editore che io stessa avrei voluto per il mio manoscritto e mi approccio agli autori Plesio di conseguenza. Solo che ora i nostri scrittori sono 20 e gestirli tutti non è certo così facile. Ad ogni modo, faccio del mio meglio. Sottolineo che tutti i miei autori, comunque, hanno instaurato un bellissimo rapporto anche con gli editor che li hanno avuti in gestione. 

Quali sono i libri più venduti del vostro catalogo (direi i primi 3)? 


  • Non si tratta di una classifica così importante. Bene o male tutti i nostri libri continuano a vendere anche dopo la spinta iniziale, quindi i testi più ‘avvantaggiati’ da un discorso del genere sono di certo i primi pubblicati. Non è un caso, infatti che i libri più venduti siano i primi 3 usciti (dopo i quali è seguito un periodo di oltre 10 mesi senza pubblicazioni). Praticamente tutti i testi che abbiamo pubblicato, dopo la prima ondata di vendite, sono entrati a ‘regime’ continuando a vendere annualmente un numero di copie abbastanza costante. A oggi, quindi, nostri bestseller sono: Il secondo Guardiano (Sonia Barelli), Sangue Ribelle (Alessio Banini) e Nytrya (Federico Galdi). 

Come CE cosa pensate dei Self? Avete mai pescato da quell'immenso bacino?

  • Non sono chiusa al mondo dei self, anche se personalmente non potrei mai pubblicare senza la sicurezza che il mio libro sia stato giudicato idoneo alla pubblicazione da un addetto del settore. Comunque ho letto e apprezzato alcuni autopubblicati con piacere. Tra qualche settimana uscirà un titolo Plesio che appunto pesca da quel bacino.

Quale pensi che sia la formula vincente per mantenere aperta un’attività commerciale complicata come una casa editrice? 

  • Non credo esistano trucchi particolari. Un ottimo lavoro di selezione e di cura del testo, nonché di sua distribuzione e pubblicizzazione. Per raggiungere certi livelli l’importante è sempre non accontentarsi mai di un risultato e continuare a cercare le persone migliori e più competenti per la propria realtà. A oggi sono più che soddisfatta dei miei editor, correttori, illustratori e anche del mio distributore Libri Diffusi. 

Partecipate a fiere? Le trovate utili? 

  • Cerchiamo di partecipare sempre più fiere e sì, le troviamo molto, molto utili. Innanzi tutto ci permettono di fare la conoscenza diretta dei nostri lettori, ma risultano indispensabili anche per arrivare a chi – ancora – non si è avvicinato al fantasy. 

Avete qualche aneddoto sulle fiere a cui siete andati? 

  • Lo scorso novembre, durante la fiera della microeditoria di Chiari, una ragazza salì di corsa la rampa di scale che portava al nostro stand trascinando con sé un’amica e comprò il secondo e il terzo volume di una trilogia che aveva cominciato l’anno precedente, appunto acquistando il primo volume a Chiari. Casi di questo tipo, ormai, ci capitano di fiera in fiera, ma…. questo fu particolare. Era venerdì, la fiera avrebbe aperto l’ora seguente e tutti gli standisti (noi compresi) stavano ancora allestendo il banco.  

Quali saranno le prossime fiere a cui sarete presenti? 

  • Il 25 aprile saremo a Soncino, appunto per il Soncino Fantasy, mentre dal 14 al 18 maggio saremo presenti al Salone Internazionale del Libro di Torino. Senza dubbio una bella sfida. Noi aspettiamo tutti i lettori di Libri, Recensioni e Cultura. 

Quali altre attività riuscite a svolgere per farvi conoscere? 

  • Negli anni abbiamo partecipato e sostenuto attività diverse. Fermo restando che le fiere rimangono il nostro principale canale pubblicitario, non disdegniamo affatto occuparci di presentazioni, eventi locali e eventi social in generale. A tal proposito suggerisco di seguire la pagina di Plesio Editore su facebook, sono in previsione altre interessanti iniziative già a partire da questo mese. 

Ti ringrazio tantissimo per la pazienza che hai avuto nel rispondere alle mie domande 

  • Siamo sicuri che non sia io a dover ringraziare te per le domande? Rispondere è stato un piacere. 

Alla prossima 


Aratak

Nessun commento:

Posta un commento