giovedì 27 novembre 2014

Bandlòr - Federico Galdi

Buon pomeriggio a tutti!
Come promesso eccomi qui a parlarvi di Bandlòr, secondo libro della trilogia scritta da Federico Galdi che vedrà la sua conclusione verso Febbraio 2015 con l'uscita del suo nuovo libro.
Il primo libro, Nytrya, mi era abbastanza piaciuto (soprattutto per i personaggi) e trovate la sua recensione qui.

Federico ha avuto anche il terribile onore di essere il primo scrittore da me intervistato (qui).




Come promesso alla fine della scorsa recensione ho comprato e letto il suo secondo libro e comprerò e leggerò anche il terzo. 
Quindi si mi è piaciuto ma andiamo con ordine:



TRAMA

Alla fine di Nytrya ci troviamo nella capitale elfica, da qui il nostro gruppo da gdr classico (nano ed umano guerrieri, draconico monaco-guerriero, umano druido e l'aggiunta: elfo ranger) deve dirigersi verso la vecchia patria dei druidi per portare questa componente magica dalla loro parte. 
Per farlo deve attraversare le pianure di Bandlòr infestate dagli orchi.
Ovviamente prima di raggiungere la piana il gruppo incontra una Driade che chiede loro di aiutare una sua compagna, una maga, ora imprigionata.
E viaaaa con le subquest che fanno guadagnare esperienza, oro ed oggetti!
Ah, no, per una volta sbaglio: c'è l'esperienza, non c'è oro ma c'è un aggiunta al gruppo: Gale, un'evocatrice.
Dopodiché si recano finalmente a Bandlòr dai centauri, nemici di vecchia data dei nani. Nonostante ciò Thorengreim se li accattiva quanto basta...per essere attaccato dagli orchi ovviamente!
Al che inizia una battaglia (finalmente non molto ruolata ma più sentita!) che ci condurrà alla fine del libro.
Prima di questa battaglia ci sono altri combattimenti, catture, fughe, ma non vi dico nulla per non rovinarvi il gusto della sorpresa! 
Parallelamente assistiamo agli avvenimenti che prendono luogo ad Atlantide con Xenobia, madre di Myrddion, che se la deve vedere con gli intrighi di corte e con la prossima dipartita del re, suo fratello. In uno dei suoi capitoli ci sarà uno degli ingegni che mi sono piaciuti di più del libro: una specie di bomba magica! 


Per quanto riguarda l'Ambientazione non cambia da Nytrya (ma no? Siamo o non siamo nello stesso modo stupido Aratak!) per cui vi invito ad andarla a leggere sull'altra recensione.


STILE

Confermo quello che dicevo su Nytrya: lo stile è sempre accattivante ed ironico anche se l'ironia ora è basata più sul rapporto tra il draconico e l'elfo rispetto a quello tra nano ed umano (che stanno diventando amici e quindi questo impedisce all'autore di far fare loro troppo male a vicenda).
Elfo e draconico per questo sono diventati i personaggi comici del gruppo tra pugni, giavellottate (versione più grande delle frecciatine verbali), assalti, risse. 

Purtroppo lo stile da GDR rimane sempre a permeare il tutto, si vedono i "lanci" dei tiri iniziativa, i colpi critici, i colpi mancati, le armi con bonus e le pensate per schivarli. 
Però man mano che si procede con la lettura si notano sempre meno e sono sempre meglio amalgamati con la narrazione. 
Bravo! Stai migliorando! 
Inoltre Federico riesce a descrivere al meglio il personaggio di Myrddion in completa astinenza da alcolici. Mi chiedo: sarà frutto di esperienza personale? 

PERSONAGGI

Dirò due parole solo sui due nuovi compagni di viaggio:
Ierwin: elfo scelto dalle prigioni apposta per accompagnarli in quest'avventura, come tutti gli elfi è un ottimo arciere ed un discreto spadaccino. Gli piace molto giocare a scacchi ed odia profondamente tutti i non elfi. In particolare Thorengreim e Jarl con cui ha spesso accese discussioni.

Gale: Maga appartenente all'ordine delle evocatrici, la driade è il suo famiglio. E' capace di evocare demoni da sei (4) diverse dimensioni (le ultime extraplanari e demoniache nessuno ci è mai riuscito). 
Sembrerebbe una gran bella figliola, ma a me non piace solo per questo: è una grande stronza, odia tutti e sa quello che vuole. E' un incanto! 


CONCLUSIONE

Allora... 
Da dove cominciare?
Come dicevo prima prenderò anche il terzo, nonostante molte situazioni siano abbastanza dei cliché, il mago che ha dei secondi fini per la missione e tiene nascoste informazioni importanti, la quest in cerca di alleati, il sistema a GDR di cui parlavo prima.
Dico che lo scrittore stesso può migliorare, e lo voglio!
Non c'è niente come il leggere un libro, leggere il libro dopo e vedere dei miglioramenti e SAPERE che i miglioramenti potrebbero essere di mille e mille volte superiori!
Aspetterò con ansia il terzo così da poter finalmente fare una recensione completamente positiva dell'ultimo capitolo di quest'avventura! 

Consiglio questo ai lettori duri e crudi di fantasy, nonché a chi ha letto il primo =P


Ultime due parole sul libro:

Metto prima la negativa così da chiudere la recensione con una positiva: TROPPI REFUSI!
So che è brutto da dire, ma fino ai 5-10 (per quanto inaccettabili comunque) ci possono stare, tutte le CE li fanno! Ma la quantità di refusi in questo volume è semplicemente preoccupante. Per fortuna non sono refusi di senso ma solo errori di battitura\ripetizioni ma comunque stonano.

Infine una parola sulle appendici dei libri:
SONO SPETTACOLARI!
Questa descrive meticolosamente la storia dell'orda degli orchi e delle sue evoluzioni causate dagli atlantidei, oltre a dare uno sguardo d'insieme sugli ordini magici e le magie utilizzate.
Ma il bello è il capitolo Bonus, un capitolo terribilmente trash dove i protagonisti incontrano tutti i gruppi possibili immaginabili, io ho riconosciuto: la compagnia dell'anello, credo il gruppo di Shannara, il gruppo della trilogia di Dragonlance iniziale e Scuotivento, Duefiori ed il Bagaglio! 
Anche se devo dire che per la descrizione vari personaggi di questo libro venuti a contatto col Bagaglio dovrebbero come minimo avere qualche arto in meno! 


Aratak
Acquisto: Plesio

2 commenti:

  1. Grazie della recensione! Giuro che non ho mai avuto problemi personali con l'alcol (sono Straight Edge da quando avevo 17 anni... visto quello che scrivo può non sembrare, ma è così!): solo tanto lavoro di documentazione nella costruzione di Myrddion. Idem con gli orchi (ho preso un libro sulle orde Mongole e l'ho adattato alla mia ambientazione). Sottolineo come mastro Aratak sia il primo lettore ad apprezzare Gale (la mia editrice la odia profondamente, tanto da augurarle la morte nel terzo libro!). Solo un appunto: il terzo capitolo della saga uscirà (tesi permettendo) a febbraio/marzo 2016. Spiacente di far aspettare tanto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NUOOO!!!!
      Ma avevi quasi promesso febbraio marzo 2015!?!?!
      Me ne farò una ragione... sigh...
      Bene, il lavoro di documentazione direi che è proprio completo =P

      Elimina