mercoledì 22 ottobre 2014

Matteo Astone

Biografia

Matteo Astone





Matteo Astone è nato a Padova nel 1987. E’ laureato in Biotecnologie Mediche e lavora in un laboratorio di ricerca biomedica dell’Università di Padova. Quando non sta facendo esperimenti, ama vivere la gioia del volontariato, spesso a contatto con i bambini, come clown di corsia e in una casa famiglia.
Dai bambini ha imparato a meravigliarsi delle piccole cose e a sognare quelle grandi. Con “La bambina dietro allo specchio” – dopo “Ciò che è strano è ciò che c’è” (Il Filo, 2007) e “Johnny, porcello volante” (Il Grappolo, 2008; Centro Studi Tindari Patti 2012) – torna a farlo con una delle sue più grandi passioni: scrivere storie per bambini... e per il cuore bambino di chi bambino lo era, una volta.

domenica 19 ottobre 2014

Risultati Primo Sondaggio

Buongiorno a tutti! I risultati del sondaggio sono arrivati e abbiamo deciso di scrivere un articolo ad 8 mani: ogni persona del gruppo ha scritto due brevi righe sul risultato.

Ink Maiden: "
Oggi si è concluso il primo sondaggio del blog, e non ho potuto trattenere la soddisfazione (l'avete sentita la mia risata satanica?) a vederne i risultati, che piazza il genere rosa al penultimo posto. Sono felice che voi votanti siate ancora dei sognatori "vecchio stile", come vi avranno già bollato, capaci di buttarvi senza rimpianti in mondi dove i draghi e la magia non sono soltanto i vostri vaneggiamenti, o l'intelligenza artificiale un pallino da disfattisti. Non vi fate atterrire dall'idea di abbandonare per un attimo il nido caldo della società che vi ha cresciuti, non siete prede delle peggiori banalizzazioni che affossano tutto ciò che ci resta per non impazzire: la fantasia."

IlBagaglio: "Ebbene, Aratak mi ha chiesto di commentare il sondaggio appena concluso all'interno del blog. Mi confesso... deluso grandemente! (cit.) Non c'era il genere della distopia, che personalmente avrei votato. Discriminazione! A parte gli scherzi, credo che questo sondaggio, più che dare un'dea delle letture dell'italiano medio, sia significativo perché rende chiaro chi siano i lettori del blog. Abbiamo dei lettori fantasy, facciamocene una ragione. Detto ciò, sono molto compiaciuto nel notare che questa strana epidemia virulenta di amore per i romanzi rosa stia volgendo ad un giusto termine. Nonostante il lettore onnivoro che sono, Harmony et similia non sono mai riusciti ad entrare nella mia biblioteca. Sarà che sono uomo? Chi può dirlo!"


TheMaster: " Beh, che dire? Il fantasy è un genere che appassiona tutti, grandi e piccini. E' un genere che malgrado tutto aiuta ad evadere dalla vita di tutti i giorni, grazie alle acrobazie di fantasia che molti autori sono capaci di effettuare. Entrare in un mondo nuovo, che sia Westeros, Hogwarts, la Terra di Mezzo, Narnia, e così via, è un qualcosa di unico. Il piacere che vi si prova è inimmaginabile, devo dire! Ancora oggi il genere fantasy, insieme a quello fantascientifico, è il mio preferito. Quindi come non essere felici dell'esito del sondaggio?! =) "

Aratak: "Signore e Signori il risultato del primo sondaggio vede vincitrice i due generi di "fuga" più conosciuti: il fantasy e la fantascienza. Come mai? Da quando da genere più disprezzato sono diventato il più amato?
In effetti mai, o se è successo non me ne sono accorto, infatti questo risultato purtroppo non è significativo in un'ottica di lettura italiana. Però è un'ottima media di lettura dei nostri lettori: i voli della fantasia non vi spaventano! Forse aiuta il fatto che uno dei gruppi facebook dove condivido le recensioni sia un gruppo dedicato ai libri fantasy...
In ogni caso per me hanno vinto i generi d'evasione principali, e qui mi sono detto: "CHE??? Evasione un corno! Molti libri sono scritti in un'ottica più ampia con un'ambientazione fantasy o sci-fi per renderli più appetibili ad un vasto pubblico! Che leggendoli, senza accorgersene, incomincia a capire qualcosa di più del mondo circostante."

Grazie mille a tutti! Il prossimo sondaggio è già in linea, non ci sarà un altro articolo ad 8 mani però, lo capirete quando lo vedrete! =D

venerdì 17 ottobre 2014

Jessica Maccario

Biografia

Jessica Maccario



Jessica Maccario è nata a Cuneo il 9 agosto 1990. Appassionata alla lettura fin dalle scuole elementari e alla scrittura fin dalle scuole medie, ha scritto diversi romanzi che sono rimasti nel fatidico cassetto dei sogni finché ha deciso di pubblicare il fantasy “Insieme verso la libertà”, che è stato scelto da Bibliotheka edizioni durante un concorso. Il fantasy apre le porte alla nuova serie de Gli Elementali, creature del bosco capaci di controllare uno dei 4 elementi della vita.
Laureata in Beni Culturali Archivistici e Librari a Torino, è da oltre un anno che valuta i manoscritti per le case editrici. Oltre alla passione per i romanzi, ha deciso di cimentarsi anche nei racconti. Il racconto di Halloween “Una notte tra le tenebre” si trova nell’antologia Halloween’s Novels; due brevi fiabe buffe sono nell’antologia del gruppo di Libri Stellari 77 fiabe buffe; il racconto di Natale in versione dark “Uno strano destino” si trova nell’antologia Christmas Fantasy Dark; un racconto di Natale intitolato “Così lontani così vicini” è sul blog de La mia Biblioteca Romantica. Il racconto “In ricordo di noi due” si trova nell’antologia Crescere insieme; il racconto fantasy “Questa è la mia
casa” è nell’antologia Ispirazione pura e il racconto “Malù e l’amico Koala” si trova nell’antologia a scopo benefico Insieme si può.
Oltre a proseguire la scrittura della serie fantasy per ragazzi (altri tre libri sono in progetto per concludere la serie de Gli Elementali), si sta occupando del seguito romance di “In volo con te” e di un lungo racconto di genere romantic suspense intitolato “Io ti libererò”.


martedì 14 ottobre 2014

Praemonitus, L'Ombra del Destino




Buonasera carissimi ^_^
Questa sera vi voglio parlare del libro che mi ha tenuto compagnia nel weekend e durante la mezz’ora di metropolitana che mi tocca per andare all’università: Praemonitus – L’ombra del Destino, della giovane esordiente Giulia Rizzi.
Si tratta del primo volume di una (prevista) bilogia, il cui seguito è già in cantiere, quindi confido di non patire un’agonia troppo lunga (vi spiegherò il perché alla fine).

lunedì 6 ottobre 2014

I Draghi dei Visconti

I Draghi dei Visconti - Francesca D'Amato




Buonasera!
Come state?
Io così così ho un raffreddore! In più sono presissimo con l'università: esco per reparto al mattino e ritorno la sera dopo lezioni.
Eppure eccomi qua a parlarvi di un nuovo libro!
Sono contento!

Questo è un libro di una esordiente molto particolare. Innanzitutto parto proprio dal principio: come sono arrivato a conoscere quest'opera?
Mi è stata spedita per avere una recensione? NO
L'ho trovata al supermercato? NO
L'ho trovata su una bancarella ad un mercatino? Più o meno: ero al Soncino Fantasy di quest'anno e mi attira lo sguardo una mappa dei draghi italiani. Al che io mi dico: ecco! Ho sempre saputo che erano tra noi!
Mi sono avvicinato e mi sono immerso in una conversazione con questa signora simpatica E stranissima!
Purtroppo distrugge tutti i vostri sogni sui draghi: per questioni anatomo-fisiologiche sostiene che i draghi siano più simili a polli giganti coperti di squame che a lucertole con le ali!
O per chi se ne intende non avremmo dei "draghi" ma più delle Viverne: solo le zampe posteriori e le ali.
Comunque abbastanza incuriosito guardo il suo banco: di tutto e di più, da uova di drago a bacchette di Harry Potter a mappe del malandrino.
E due libri. I Draghi dei Visconti e Draghi Randagi primi due libri di una trilogia (mi sembra).
Incuriosito mi faccio dire qualcosina sui libri e mi ispirano. Prendo il primo.