giovedì 24 aprile 2014

Presentazione: La Notte della Hyena - Angelo Berti

La Notte della Hyena - Angelo Berti




Sarà presentato al Festival Off della Letteratura di Torino il 10 Maggio. 
Si svolgerà una tavola rotonda con alcuni autori tra cui Demetrio Battaglia e l'autore Angelo Berti.
La moderazione sarà a carico di Serena Fiandro curatrice de "I Doni delle Muse" che ha pubblicato il libro.

Inoltre verrà presentato Sangue di Drago de "i Doni delle Muse",ed altri libri di Nadia Camandona Editore: Il ciclo di Arkhesya - Demetrio Battaglia e La Leggenda degli Occhi di Ghiaccio - Manuela Valente





Quarta: 

Nei bassifondi dell’isola mediterranea di Malta si muove un’ombra silenziosa. È Gallen e fugge dal presente per ritornare nell’oscurità del suo passato. Perché lui è la Hyena, e la Hyena non lascia superstiti. Tra i misteri della xirka, la gilda degli assassini, e le perversioni di una classe politica corrotta si snodano le vicende connesse al quartiere malfamato della Geenna, dove si trovano criminali e assassini strutturati in un rigido ordine gerarchico dal quale non si può uscire vivi. E ora un’ombra lo segue, un’ombra che non può perdonare i suoi crimini. In un crescendo di tensione, passato e presente si intrecciano fino a togliere il respiro: è la notte della Hyena.



DAL ROMANZO:

«Quante volte sei stato tradito, sei caduto e ti sei rialzato, per essere tradito e cadere di nuovo. Quante volte?».
L’uomo ci pensò un poco, non per contarle, ma perché ognuna era un ricordo doloroso.
«Troppe» sussurrò inghiottendo la saliva improvvisamente amara.
«E quante volte hai tradito, ferito, abbandonato per il tuo egoismo?».
«Consapevolmente?». L’anziano fece cenno di sì con la testa. «Una volta, ma sarebbe stato peggio se non l’avessi fatto».
«E credi che quelli che lo hanno fatto a te non siano capaci di trovare giustificazioni?».
Raddrizzò la schiena, con un’espressione tra il perplesso e l’offeso. «Io cerco giustificazioni? I fatti sono giustificazioni?».
L’anziano sollevò un dito, indicando un punto in mezzo alla propria fronte spaziosa. «Consapevolmente?».
L’uomo si morse il labbro, rendendosi immediatamente conto che qualsiasi risposta sarebbe stata solo un’altra scusa.




DICONO:

“Con la maestria del grande narratore Angelo Berti vi condurrà nella sua trappola e quando vi renderete conto di non poter fare a meno di continuare a leggere vi chiederete quando uscirà il seguito di questo incredibile romanzo”
Alessandro Iascy


“Un romanzo avvincente, pieno di una forza sincera che brucia tra le pagine. Angelo Berti è una voce unica e potente nel panorama del fantasy italiano”
Luca Azzolini

Nessun commento:

Posta un commento