giovedì 27 marzo 2014

Drifters

Qualcuno ha mai letto questo manga?
Ebbene io da suo lettore non posso che trovare stupende, anche se banali, le idee di base.
Controsenso?
No: L’idea di base è che una persona del nostro mondo arrivi tramite passaggi ancora non chiari in un mondo parallelo. 
Cosa la rende così speciale? Che questo avviene solo alla “morte” del personaggio nel nostro mondo reale e nel mondo ove è stato catapultato, governato dall’ impero di Orte, queste persone vengono chiamate Drifters. La storia di base: i Drifters, persone reali anche di una certa importanza con le loro morali, le loro idee e soprattutto con loro "etiche", sono stati richiamati in questo mondo parallelo per combattere gli Ends: sempre personaggi storici realmente esistiti ma che hanno l'obiettivo di distruggere la razza umana.


Per prima cosa una panoramica sul mondo che era diviso in vari staterelli e fazioni. E’ abitato da tutte le razze fantasy (o quasi) che possiamo immaginare: Elfi, Nani, Hobbit, Orchi, Draghi e Gnoll sono quelli nominate fino ad ora. Fino a quando un Drifter non è apparso, 60 anni prima dal momento in cui è svolta la storia, in una taverna, ha istigato la folla e con la sua eloquenza ha infiammato gli animi ed è marciato alla capitale.
 Ha utilizzato le sue capacità governative per instaurare un governo coeso centrato sul concetto di razza umana con la schiavitù delle altre razze non umane quindi “inferiori”. 
Non avete ancora capito chi è?

Ovviamente non è un manga inneggiante a lui, ha solo preso questo personaggio storico inserendolo in una timeline della propria storia.
Questa scelta può essere più o meno giusta dal punto di vista morale ma secondo me è comunque geniale (io sono completamente contrario a lui ed al di lui pensiero) 


Per continuare cosa posso dirvi senza fare spoiler ma attirandovi allo stesso tempo alla sua lettura? Difficile situazione?Non proprio. Vi farò una carrellata di tutti i Drifters (i personaggi “buoni”) che appaiono e che vengono dal nostro mondo.Incominciamo dal nostro protagonista principale:

- Shimazu Toyohisa (1570-21 Ottobre 1600), Figlio di Shimazu Iehisa e nipote di Shimazu Yoshihiro. Membro del clan Shiazu (chi l’avrebbe mai detto!), partecipò alla battaglia di Sekigahara, durante la quale fu ucciso. Un vero samurai, la sua filosofia è: “Uccidere con un solo colpo”.
Fa collezione di teste di nemici, un passatempo nobile e costruttivo; vive solo per affinare l’arte della spada e per portare in auge il suo clan.
 Questa è una delle tipiche situazioni in cui lo possiamo trovare.








- Oda Nobunaga (1534-1582) è il daimyo che diede inizio all’unificazione del Giappone sotto il sistema dello shogunato. Re Demone del Sesto Cielo è uno dei suoi appellativi più comuni. Ha un’intelligenza brillante e spietata, attribuite a lui sono varie stragi tra cui la più spietata è quella dei religiosi del Monte Hiei dove si dice abbia fatto trucidare uomini, donne e bambini. Visto che tendo a guardare il lato buono delle persone spero che fosse come è descritto nel manga “Nobunaga no Chef” dove in pratica spiega che ha si trucidato tutti… tranne chi non ci sarebbe dovuto essere ovvero solo i religiosi dovevano essere presenti sul monte secondo la tradizione, quindi lui ha sterminato tutti i “presenti” salvando donne e bambini. Ciò non toglie nulla alla sua violenza.





- Nasu no Yoichi (1169-1232), figlio di Nasu Suketaka, era un samurai e famoso arciere che combatté al fianco del clan Minamoto durante la guerra Genpei. Da arciere ad arciere la mia stima è assoluta, non sbaglia un colpo. Non solo ma se fossi gay lui sarebbe incredibilmente la persona adatta a me (come è rappresentato nel manga intendo ovviamente)












- Kanno Naoshi (1921-1945) fu un pilota giapponese della Seconda Guerra Mondiale.


- Yamaguchi Tamon (17\8\1892-4\61942) ammiraglio giapponese, morì durante la battaglia delle Midway nell’affondamento della portaerei Hiryu, scegliendo di farsi legare al ponte della nave ormai fatalmente danneggiata, sulla quale aveva issato la sua bandiera di comandante la 2ª Divisione Portaerei.


- Non ci sono solo personaggi storici giapponesi: Butch Cassidy e Sundance Kid famosa coppia di briganti denominata “Wild Bunch” e pistoleri del far west: Butch commise il suo primo assalto a un treno a quindici anni e divenne il più famoso tra i fuorilegge prima di averne venti. Tuttavia non mancava di una certa sensibilità e rivelava a volte una profonda gentilezza d’animo; Longabaugh era veloce con la pistola ma non si ha notizia di alcuna uccisione da lui commessa. La gang era molto conosciuta per non aver mai commesso atti di violenza durante le loro rapine, preferendo tecniche quali l’intimidazione e le negoziazioni.



- Di europeo, oltre al dittatore sopracitato , è presente il Conte di Saint-Germain (1712-1784), avventuriero, alchimista e personaggio di rilievo alla corte di Francia. Secondo la leggenda sarebbe riuscito a creare la pietra filosofale, in più Hirano lo rappresenta come un omosessuale dalle tinte forti. Sue, e dei suoi collaboratori -gay anche loro-,le scene più divertenti.













- Infine alla domanda: qualcuno di italiano? 
Ebbene si!
 Nel duo comico scoppiettante del manga troviamo infatti Annibale Barca e Scipione l’Africano! 
Spero di non dovervi descrivere le gesta di entrambi perché  me le ricordo ancora dalle medie (sarà complice l’età che non è così avanzata)! Dicevo loro sono un duo, intelligenti, brillanti, incontinenti e simpatici vecchiacci che con poche idee ma brillanti… intell… mmm… Staordinarie (dura scrivere con termini già utilizzati la riga prima sigh) apporteranno un congruo contributo intellettuale alle battaglie della serie.








Dopo la presentazione dei vari Drifters ecco quella dei famosi Ends. 
Devo ammettere che ho incominciato a scrivere questo articolo sul manga Drifters proprio a causa loro: gli Ends… O meglio del loro capo, il Re Nero, che non si è ancora capito chi è anche se ci sono vari indizi che portano a… 
Aspetta aspetta, non correre.
Partiamo con calma. 

Passando agli Ends,  ricordo a tutti che il loro obiettivo è distruggere l’umanità. Il loro capo è il Re Nero che comanda un esercito di “mostri”: goblin, orchi, gnoll, draghi e draghetti. Stupende sono le "Tattiche" messe in campo dal suo esercito: Gnoll che cavalcano draghi come elicotteri d'assalto e che si lanciano giù per penetrare le difese nemiche. 
Ed al contrario dei Drifters, ce ne sono di più appartenenti al “mondo occidentale”, che allo stesso Giappone. 

- Giovanna d’Arco (1412-1431) chi non la conosce? La Pulzella d’Orleans, che guidò le truppe francesi contro gli inglesi durante la guerra dei 100 anni, e per questo, fu arsa viva con l’accusa di eresia. Ciò porterà a risvolti interessanti: gli Ends hanno “poteri speciali” e lei può bruciare, ironico no?



- Gilles de Montmorency-Laval Barone di Rais (1404-1440) militare ed assassino francese che combatté al fianco di Giovanna d’Arco. Dopo una brillante carriera militare che lo portò a ricoprire il ruolo di maresciallo di Francia venne condannato a morte con l’accusa di aver praticato l’alchimia e la stregoneria e di aver torturato, stuprato ed ucciso più di 100 bambini ed adolescenti.
Il suo “potere speciale” è un’incredibile resistenza: non muore nemmeno se trafitto da decine e decine di frecce, la sua arma preferita è la lancia.










- il duo russo: Anastasia Nicolaevna Romanova Figlia dello Zar Nicola II di Russia, fu giustiziata insieme alla sua famiglia durante la rivoluzione russa del 1917; ha l’abilità di creare delle tempeste di ghiaccio.
Grigorij Efimovic Rasputin monaco russo che acquisì molto potere e influenza sulla dinastia Romanov, per essere stato in grado di guarire l’erede,Aleksej; lo si vede sempre in compagnia di Anastasia, i suoi poteri sono al momento sconosciuti.


Passiamo all’unico giapponese su cui siamo sicuri dell’appartenenza agli Ends:
- Hijikata Toshizo (1835-1869) vice comandante della Shinsengumi (speciale corpo di Polizia dello shogunato); conosciuto come il “demone della Shinsengumi” per la sua durezza. La sua abilità speciale è creare dal fumo copie dei membri della Shinsengumi.














-Minamoto no Yoshitzune (1159-1189) generale del clan Minamoto, suo fratello fondò lo shogunato di Kamakura.
Dopo la guerra Genper si unì con l'imperatore Go-Shirakawa contro il fratello; sconfitto, si rifugiò presso Fujiwara no Hidehira, ma fu tradito e commise seppuku.
Era il signore di Yoichi.

Non si è ancora sicuri se lui sia un Ends o un Drifters. Al momento è stato visto solo in compagnia del Re Nero, per questo è stato messo nella sezione dedicata agli Ends.










- Re Nero. Su di lui non si sa nulla, ne se è occidentale ne se orientale, indossa sempre un mantello con cappuccio e porta un bastone con una libellula, è sempre accompagnato da una specie di pappagallo parlante

Cos’altro si sa di lui?
Che odia gli umani perché già una volta ha provato a “salvarli” ma è stato tradito; è pieno di cicatrici (lunghe ed affusolate) e le mani hanno delle ferite circolari in mezzo alle palme*

Il suo potere è un “controllo” della vita: riesce a guarire e curare con un tocco le ferite peggiori, moltiplica il grano per l’esercito, ma può usare questo potere anche come mezzo nocivo: può uccidere sviluppando un cancro istantaneo.

Io Sono arrivato ad una mia ipotesi poco prima di venire a conoscenza di alcuni di questi particolari (diciamo che per fattori personali già subito dopo aver visto le mani mi sono indirizzato verso di lui) e voi?
Capito a chi mi sto riferendo?








Per me il Grandioso Kohta Hirano ha voluto inserire proprio lui, Gesù, nella parte del supercattivo! Ditemi che non lo pensate anche voi dopo tutti quegli indizi! E ditemi che non è una trovata grandiosa! (commenti di ipermoralisti cattolici esclusi: 1 non si sa ancora se è lui; 2 è solo un fumetto che non vuole andare contro la religione.
Spero che il mio articolo vi sia piaciuto, al prossimo! 



Aratak

Nessun commento:

Posta un commento