martedì 25 aprile 2017

Mastica amaro e sputa dolce - Guerra e resistenza a Pregnana Milanese

Buongiorno!
Oggi per la Festa della Liberazione voglio parlare brevemente di uno spettacolo teatrale a cui ho assistito domenica 23.


Mastica amaro e sputa dolce

Guerra e resistenza a Pregnana Milanese




Di: Stefania Vianello
Con: Giorgia Annacarata, Michele Barbella, Andrea Baroni, Angelo Cavalli, Marco Covelli, Roberta Covelli, Stefano Cislaghi, Agnese Gallo, Lisa Gorgone, Erica Maestri, Maie, Fabio Marani, Alido Ricchi, Cristina Vianello, Giuseppe Vittori, Anna Zenaboni, I Bruchi della Mela Marcia.

“Mastica amaro e sputa dolce” : uno spettacolo che nasce dal desiderio di fare memoria e di riunire una comunità intorno alle proprie radici, per raccontare a chi non l’ha vissuta la realtà della vita sotto la dittatura fascista. Una realtà fatta di momenti di vita quotidiana, ma anche di diritti negati ed esperienze disumane.
Per costruire questo spettacolo ci siamo rivolti ai testimoni ancora viventi, che ringraziamo di cuore per le parole, le emozioni e le lacrime che ci hanno donato, e al testo “Di corte in corte. La pensaniga di Pregnana.”
Lo spettacolo è frutto di una collaborazione tra ANPI sez. Pierino Colombo di Pregnana Milanese, Teatro dell’Armadillo e Comune di Pregnana Milanese.

lunedì 24 aprile 2017

Le creature di J.R.R. Tolkien: Aquile e Draghi

Le creature di J.R.R. Tolkien 

Nuove realtà e antiche tradizioni

Ben ritrovati a tutti! Scusate l’assenza lunedì scorso ma è come se, inconsciamente, avessi voluto ritardare questo momento, questo sarà l’ultimo articolo sulle creature del grande Scrittore. 

Iniziamo con un paio di citazioni: 
“Anche questo si verificherà per volere di Ilúvatar e, prima che i Figli si destino, si libreranno con ali simili al vento le Aquile dei Signori dell’Occidente.” 
“Tra i monti le aquile abiteranno e udiranno le voci di coloro che ci invocano.” 
Le Grandi Aquile vennero create durante la Prima Era e furono tra le prime creature a popolare il mondo di Arda, queste nacquero per merito di due grandi Valar, il Signore dell’Aria, Manwë, e la Signora della Terra, Yavanna.
Sono anche conosciute come i Testimoni di Manwë cui sempre restarono legate e cui recavano notizie di molto di ciò che accadeva in quei giorni.


Le Grandi Aquile

Resoconto da Tempo di Libri

Buongiorno a tutti!
Dopo una giornata di riflessione il vostro Aratak è qui per parlarvi di

Tempo di Libri



La manifestazione dedicata al libro di Milano.
Parto ricordando tutte le questioni sorte e tutt'ora in corso tra Torino e Milano.
A mio parere le questioni sono state inutili, sterili e si sarebbe dovuto procedere in diversa maniera.
Collaborando e riuscendo a gestire eventi duraturi e collocati durante tutto l'arco dell'anno, magari.
Voglio dire, inoltre, a tutti quelli che: "Milano non ha una fiera del libro e non è giusto!", che magari non ne aveva una di questo tipo ma che tra bookcity, la Fiera del libro usato indetta da Maremagnum, il Bookpride, Stranimondi e molte altre iniziative dedicate al libro non è che ne avesse proprio bisogno.
E chi sostiene il contrario vuol dire che: 1 sa poco degli eventi culturali in questa città; 2 sono poco sponsorizzati.
Ma scusatemi, non sono qui solo a far polemica su di loro, bensì per parlare della fiera. 
Parto dicendo che le mie esperienze passate si sono soffermate alle fiere sopra riportate di Milano, tutte impostate in modo simile, stand di editori o negozi, con eventi e presentazioni di autori. A Torino conto di andare quest'anno per la prima volta quindi non posso fare un confronto tra le due, per il momento, ma non vi preoccupate, lo farò e sarò oggettivo con entrambe. 

sabato 22 aprile 2017

Steambros Investigations: L'Armonia dell'Imperfetto - Alastor Maverick e L. A. Mely

Buongiorno!
Sul gruppo Lettori e Scrittori Fantasy ho il piacere di gestire la giornata autore dedicata ad Alastor Maverick e L. A. Mely e, ovviamente, al loro libro, che probabilmente avrete già sentito.
Stiamo parlando di un steampunk breve, primo di una trilogia e ricco di citazioni tratte da fatti e personaggi della Londra industrializzata. Seguitemi in questa nuova avventura!


Londra, epoca vittoriana. I fumi delle grandi industrie fanno da sfondo a questa storia, assieme ai primi omicidi di Jack lo Squartatore. La polizia ufficiale è sempre più avvezza a chiudere i casi in fretta e furia, incurante del dolore che ogni vittima lascia dietro di sé. Due giovani ragazzi, segnati anch'essi da questo dolore, decidono di aprire un'agenzia investigativa parallela a quelle ufficiali: Melinda e Nicholas Hoyt sono determinati a porre fine alla serie di ingiustizie perpetrate dalla polizia, rappresentata nel romanzo dall'isterico capitano Morris.
Due assassinii, che Morris vorrebbe subito archiviare come suicidi, porteranno i fratelli Hoyt a dimostrare ancora una volta il loro valore svelando dei colpevoli insospettabili, ma li condurranno anche a fare i conti con il loro doloroso passato.

venerdì 21 aprile 2017

Daniela Ippoliti - Il giardino di Mattia

Buona sera cari lettori oggi vi segnalo l'uscita del romanzo Il giardino di Mattia di

Daniela Ippoliti

Autrice: Daniela Ippoliti
Titolo: Il giardino di Mattia
Editore: Bibliotheka Edizioni
Anno: 2017
Genere: Narrativa
Prezzo libro: € 11,00
Nº pagine: 160
Trama

Mattia è un ragazzo di diciannove anni come tanti, con una vita normale, degli amici normali ed una famiglia altrettanto normale, fino a quando tutto tragicamente si interrompe per sempre perché Mattia muore in un incidente stradale con il suo scooter. Per cercare di sopportare il dolore per la perdita del loro amico e nel tentativo di trasformare un posto dove è arrivata la morte in un luogo dove poter ritrovare un po’ di vita e di allegria, gli amici di Mattia decidono di creare un piccolo ma attrezzato giardino nella piazza dove il ragazzo ha avuto l'incidente mortale. Andando a scomodare la teoria sociologica sui ‘sei gradi di separazione’, il libro racconta di come l'esistenza di ognuno di noi sia spesso legata, tramite un filo invisibile, all'esistenza di un altro individuo e come l'aiuto che ci serve possa giungere da ogni direzione, anche la più impensabile.

lunedì 17 aprile 2017

Intervista a Carmine Madeo

Buongiorno a tutti!
Oggi sono qui con voi assieme a Carmine Madeo, autore del libro L’ultimo rigore, dove parla di criminalità organizzata e di Calabria.
Ciao Carmine e benvenuto! Innanzitutto ti vorrei chiedere di presentarti.
  • Ciao Luca! Non sono molto bravo nelle presentazioni. In questo contesto mi piace definirmi come un lettore accanito di Stephen King, un appassionato di fenomeni criminologici quali il terrorismo e la criminalità organizzata. Vivo e lavoro a Milano e sono un ispettore della Guardia di Finanza.
Grazie, direi di partire subito con una domanda che mi sta a cuore. Perché questo libro? Cosa ti ha portato a scriverlo?
  • Era da tempo che volevo scrivere qualcosa. Sono innumerevoli le volte in cui ci provavo e poi smettevo dopo pochi giorni. Alla fine è diventata una sfida personale: volevo a tutti i costi raccontare le mie emozioni. Sentivo che creare una storia era qualcosa di magico. Lo scrittore, come Dio, crea un mondo e dei personaggi, ha un potere immenso su questi ultimi (soprattutto può decidere se ucciderli o farli vivere, farli innamorare, farli soffrire ecc…) e sullo svolgimento dei fatti che formano la storia. Volevo provare queste sensazioni. E per farlo ho provato a scrivere con estrema sincerità ciò che sentivo. Ho voluto scrivere per me, principalmente. È stato bello. Se, poi, la mia storia può lasciare qualcosa anche agli altri, ne sarei immensamente felice.

Una chiacchierata con Manuela sull'editoria

Buongiorno a tutti e buona Pasquetta!
Spero che la vostra Pasqua sia stata bella come la mia! =D 

Oggi abbiamo con noi Manuela D., alias Yvaine, studentessa di Lettere Moderne e da sempre appassionata di lettura.
Gestisce i blog: SEMEPI e Il Pozzo dei Sussurri

Direi di iniziare l’intervista chiedendoti un paio di cose su di te.
Innanzitutto ho dimenticato qualcosa o vuoi aggiungere altro? 

  • Partiamo dalle cose fondamentali: amo i gatti, i dolci e il tè al caramello. Mi dedico principalmente alla lettura, alla scrittura, al blog, a sognare l’Irlanda e a guardare drama coreani. Se avanza tempo studio.


Da cosa è nata la tua passione per la lettura?

  • La mia passione per la lettura è nata grazie a mia sorella, di cinque anni più grande, con la prima storia che scrisse per me. Fino a quel momento preferivo di gran lunga giocare, trovavo i libri noiosi e poco allettanti. Mia sorella però è riuscita a farmi vedere l’aspetto divertente, ha cominciato a leggermi libri, a scrivere storie, a coinvolgermi con disegni. Per questo non la ringrazierò mai abbastanza.